Cerca e consulta articoli.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Finanziamenti
immobiliare
Legislazione
Nostri servizi
Visure on-line

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

Covid-19: le iniziative del Finance

Scritto da A.G.

Sostegno a famiglie e aziende colpite e agli ospedali impegnati nell’emergenza Covid-19: ecco le misure di banche e altri player.

In questo unico, grande articolo riportiamo tutto quello che abbiamo ricevuto sulle misure prese da banche, compagnie assicurative, FinTech e altri player finance in relazione all’emergenza Covid-19. L’articolo non comprende le misure governative e di sistema e si concentra sulle iniziative volontarie. Riportiamo le iniziative per ogni azienda, in ordine anticronologico. Segnalateci eventuali iniziative mancanti, grazie!

L’ultimo aggiornamento è del 15 giugno.

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

Trova rapidamente le iniziative anti Covid-19 di: 

Banche
Intesa Sanpaolo
UniCredit
Banco BPM
UBI Banca
Banca MPS
Banca Mediolanum
Gruppo Sella
Gruppo Mediobanca
BPER Banca
BNP Paribas
Credem
Gruppo CR Asti
Gruppo Carige
Banca Valsabbina
Caricento
ING
Banca Etica
Banca di Cividale
CreVal
Citi
FCA Bank
Banca Progetto
IBL Banca
Banca Sistema
Banco Azzoaglio
BFF Banking Group
BCP Banca di Credito Popolare
General Finance
Sparkasse – Cassa di Risparmio di Bolzano
Banca di Piacenza
Credito Cooperativo
Gruppo Iccrea Banca
Cassa Centrale Banca
BCC Busto Garolfo e Buguggiate
BCC Roma
BCC Milano
BCC Ravennate, Forlivese e Imolese
BCC Terra di Lavoro S. Vincenzo de Paoli
BCC di Monsile
Compagnie Assicurative
Reale Group
Groupama Assicurazioni
Amissima
Generali
Allianz
AXA
Gruppo Unipol
Zurich
Vittoria Assicurazioni
Metlife
QBE Italia
SGR e SIM
Azimut
Family Office
Banor Sim
Kairos
Allfunds
FinTech e tecnologia
Qonto
Younited Credit
Satispay
Revolut
Borsa del Credito
SumUp
Nexi
Segugio.it
Paytipper
Associazioni
Unirec

09/06/2020  L’impatto dei 100 milioni donati

Intesa Sanpaolo ha comunicato i risultati ottenuti grazie alla donazione da 100 milioni di euro, con cui sono stati sostenuti 16 Ospedali italiani e realizzati due nuovi Covid-19 emergency center. Otto le regioni interessate: 36 reparti e laboratori diagnostici sono stati creati dal nulla o riconvertiti, 500 i posti letto Covid-19 realizzati. Acquistate oltre 1.900 apparecchiature medicali e diagnostiche e più di 21 milioni di mascherine e dispositivi individuali per la protezione di medici e operatori sanitari. Alla lista di aggiungono 2,6 milioni di tamponi, 4 macchine per la TAC, 5 ecografi. Dalla piattaforma Forfunding.it sono arrivate 14mila donazioni per più di 2,3 milioni di euro.

08/05/2020 Due donazioni in Piemonte

Intesa Sanpaolo interviene in Piemonte con due nuove donazioni nel perimetro dei 100 milioni annunciati nel mese di marzo dal Gruppo e messi a disposizione della sanità italiana per il tramite del Commissario Straordinario e della Protezione Civile. La prima erogazione, di 540.000 euro, è destinata all’Asl Torino 3, per la fornitura di strumentazione e di reagenti necessari per la produzione di kit diagnostici Covid-19. Il secondo intervento, di 600.000 euro, va all’Asl Torino 4, per l’acquisto di apparecchiature indispensabili alla gestione di pazienti Covid-19, tra cui 11 ventilatori con doppia funzione di anestesia e ventilazione e una centrale di monitoraggio (inclusi 8 monitor per la terapia intensiva). Quest’ultima strumentazione, in particolare, è stata destinata alle 3 rianimazioni dei presidi ospedalieri di Ivrea, Chivasso e Ciriè.ure indispensabili alla gestione di pazienti Covid-19, tra cui 11 ventilatori con doppia funzione di anestesia e ventilazione e una centrale di monitoraggio (inclusi 8 monitor per la terapia intensiva). Quest’ultima strumentazione, in particolare, è stata destinata alle 3 rianimazioni dei presidi ospedalieri di Ivrea, Chivasso e Ciriè.

04/05/2020 Donazione di 5 milioni agli Spedali Civili di Brescia

Intesa Sanpaolo ha reso noto che, nell’ambito dei 100 milioni di euro messi a disposizione della sanità italiana tramite il Commissario Straordinario e la Protezione Civile, 5 milioni sono stati destinati all’Ospedale ASST degli Spedali Civili di Brescia per l’acquisizione di apparecchiature e attrezzature necessarie alla cura dei pazienti Covid-19. L’importo sostiene l’avvio del progetto internazionale “Birth against Covid” finalizzato alla creazione di nuovi protocolli, test, training e proposte diagnostiche e terapeutiche relative al Coronavirus che consentirà importanti miglioramenti nel campo della diagnostica anti Covid-19. Il Gruppo bancario si dichiara pienamente disponibile a sostenere la rinascita di Brescia e sta considerando con il Comune e la Diocesi un programma concreto di interventi sul territorio a favore delle fasce deboli e per il rilancio economico della città, avvalendosi anche dello strumento innovativo dei prestiti di impatto.

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

24/04/2020 Mille finanziamenti da 25mila euro accreditati, 7mila in erogazione nella prima settimana

Intesa Sanpaolo rende noti i primi dati sulle misure urgenti previste dal Decreto Legge Liquidità n° 23 dell’8 aprile 2020 per favorire l’accesso al credito – garantito dal Fondo Centrale di Garanzia e da SACE Spa – di imprese, lavoratori autonomi, professionisti e per sostenere la continuità aziendale. Per quanto riguarda le richieste fino a 25.000 euro, possibili da lunedì 20 aprile, la banca al 24 aprile ha già effettuato 1.000 accrediti in conto corrente e altre 7.000 pratiche sono in erogazione, con tassi che partono dallo 0,04%.

Oltre 104.000 le richieste ricevute, di cui 32.000 nell’ultima giornata. Intesa Sanpaolo rileva che circa un quarto delle domande sono però incomplete e richiedono ulteriore lavorazione. Le pratiche sono gestite online, senza recarsi in filiale. La banca ha anche potenziato le strutture territoriali con task force di supporto, in grado di esaminare il notevole numero di richieste che arrivano ogni giorno e haa contattato i clienti al telefono nelle settimane precedenti per informarli e prepararli.

09/04/2020 Intesa Sanpaolo: 50 miliardi contro la crisi. In arrivo servizio via email per le domande di sospensione

Intesa Sanpaolo porta a 50 miliardi le risorse disponibili per superare la crisi, grazie alle misure varate dal Governo Conte. Da metà marzo al 3 aprile, Intesa Sanpaolo ha già erogato complessivamente 1,5 miliardi di euro di nuovi finanziamenti alle PMI per l’emergenza Covid-19, a fronte di circa 10.000 richieste. Le nuove risorse per le imprese comprendono sia nuove linee di credito aggiuntive rispetto a quelle preesistenti – della durata di 18 mesi meno un giorno, di cui 6 di preammortamento – sia linee di credito già deliberate e rese disponibili come liquidità per cassa per le imprese clienti, proprio per affrontare con ampia flessibilità la gestione dei pagamenti urgenti.

Intesa Sanpaolo attiverà a breve un nuovo servizio per semplificare la modalità di presentazione delle domande di sospensione delle rate dei finanziamenti. I clienti potranno accedere al sito internet www.intesasanpaolo.com e richiedere in autonomia la sospensione compilando un modulo e inviando la domanda a una casella di posta elettronica dedicata, potendo completare l’intero processo a distanza.

06/04/2020 Eurizon dona 100mila euro a Sacco e Papa Giovanni XIII

Eurizon, società di gestione del risparmio del Gruppo Intesa Sanpaolo, ha anticipato la devoluzione annuale delle commissioni percepite dai tre propri fondi etici. Ha così destinato 100mila all’ospedale Fatebenefratelli Sacco di Milano e all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo un contributo complessivo di 100mila euro.  

30/03/2020  2 miliardi per le imprese associate Confcommercio

2 miliardi di plafond per sostenere la liquidità di imprese e professionisti associati a Confcommercio. Li mette a disposizione Intesa Sanpaolo in un momento in cui il rallentamento della domanda interna ed estera rischia di mettere le imprese in difficoltà nella gestione dei pagamenti urgenti e delle esigenze immediate di liquidità. Prevista anche una convenzione per i pagamenti tramite POS fisici Intesa Sanpaolo che prevede la restituzione delle commissioni sui micropagamenti, di importo inferiore ai 10 euro, agli associati Confcommercio. I membri del CdA, i titolari e i dipendenti delle imprese associate hanno inoltre accesso alle soluzioni di RBM Salute in ambito sanitario. 

26/03/2020 Intesa Sanpaolo: 1 milione alla ricerca medica sul Codiv19 (dal fondo di beneficenza)

Un milione a progetti di ricerca medica sul Covid19. Arriverà dal Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa Sanpaolo, che dopo l’approvazione dell’Assemblea potrà gestire 14 milioni di euro nel corso del 2020. Università ed enti di ricerca italiani riconosciuti possono candidare i progetti secondo le procedure standard di accesso alle risorse del Fondo. I progetti vengono individuati attraverso un processo di selezione condotto da una commissione di esperti con criteri definiti e trasparenti e seguito in ogni fase.

25/03/2020 Intesa Sanpaolo aderisce a “Abitare la Cura”

Intesa Sanpaolo contribuisce con 50mila euro alla raccolta fondi Abitare la Cura avviata da Eco di Bergamo, Caritas diocesana e Confindustria di Bergamo per identificare luoghi per accogliere pazienti affetti da Covid19 che non possono tornare a casa in sicurezza e devono completare il periodo di isolamento domiciliare oppure, per altre ragioni, non hanno la possibilità di rientrare a casa. Questi pazienti possono così lasciare l’ospedale e lasciare il posto letto ad altri pazienti gravemente malati.

24/03/2020 Intesa Sanpaolo: 350mila euro per l’Ospedale degli Alpini di Bergamo

Intesa Sanpaolo versa un contributo di 350mila euro alla Fondazione ANA Onlus per accelerare i tempi di realizzazione dell’ospedale da campo dell’Associazione Nazionale Alpini a Bergamo. Avviata anche una raccolta di fondi per l’ospedale da campo su forfunding.it, che potrebbe portare a Fondazione ANA altri 100mila euro.

23/03/2020 Intesa Sanpaolo estende le coperture assicurative

La Divisione Assicurativa di Intesa Sanpaolo ha ampliato gratuitamente le tutele sanitarie dei propri assicurati in caso di positività al Covid-19. L’estensione vale per le polizze sottoscritte prima del 9 marzo 2020. La quarantena obbligatoria è equiparata al ricovero ospedaliero per i lavoratori autonomi, la terapia intensiva invece è assimilata all’intervento chirurgico. Queto vale per la diaria da ricovero, in caso di degenza in ospedale o quarantena domiciliare, per i prodotti Proteggi Salute (garanzie standard); Polizza Salute/Ricovero; Prospettiva Salute/Ricovero per interventi o gravi patologie; Business Gemma. Indennizzo di 2mila o 4 mila euro per i ricoverati in terapia intensiva per i prodotti XME Protezione modulo Interventi Chirurgici e Polizza Interventi Chirurgici. Integrazioni ad hoc anche per le garanzie di chi ha sottoscritto un finanziamento: Proteggi Mutuo, Proteggi Prestito, Business 5, Business Sempre e Proteggi Con Me.

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

20/03/2020 Intesa Sanpaolo: dove andranno i 100 milioni (e parte la raccolta fondi su forfunding.it)

Intesa Sanpaolo ha definito un Protocollo di collaborazione con la Protezione Civile per “regolare” la donazione di 100 milioni di euro per far fronte all’emergenza Covid-19. La prima destinazione (che non sarà l’unica) è il rafforzamento strutturale permanente degli enti del servizio sanitario nazionale che stanno affrontando l’emergenza, per incrementare di 2.500 nuovi posti letto la terapia intensiva. I 100 milioni di Intesa Sanpaolo potranno essere destinati anche a incrementare i posti in terapia sub-intensiva, a implementare attrezzature, apparecchiature, strumenti e materiali medicali; predisposizione di nuove strutture, anche temporanee, d’emergenza sanitaria e altre necessità legate all’emergenza. 

Il Protocollo prevede che ogni versamento del contributo sia effettuato su un conto della Protezione Civile dedicato: la banca, sulla base di una valutazione centrale delle esigenze da parte di Commissario Straordinario e Protezione Civile, concorda la realizzazione di un intervento stabilendo insieme anche tempi di realizzazione, importo e beneficiario ultimo. Il Commissario Straordinario e il Dipartimento della Protezione Civile si impegnano a fornire puntuale rendicontazione a Intesa Sanpaolo che potrà effettuare verifiche sulla destinazione delle somme.

La Banca ha anche offerto alla Protezione Civile la piattaforma di crowdfunding forfunding.it per avviare raccolte fondi tra cittadini e imprese, con le medesime finalità del Protocollo. La Banca non prevede commissioni sulle donazioni: la raccolta prosegue fino al 31 luglio 2020 con possibilità di proroga. La donazione può avvenire tramite carte prepagate, di debito internazionale e di credito, bonifico e My bank ed è garantita dall’infrastruttura tecnologica Intesa Sanpaolo. La piattaforma offre una rendicontazione pubblica sia rispetto all’andamento della raccolta, sia sul successivo utilizzo del denaro. La donazione può essere effettuata in modo completamente anonimo o dichiarato, con la possibilità di commentare il progetto e promuoverlo presso la propria rete di contatti con un appello personalizzato, diventandone testimonial. Anche le aziende possono contribuire con una donazione o una sponsorizzazione.

17/03/2020 Intesa Sanpaolo: 15 miliardi per le imprese

Intesa Sanpaolo mette a disposizione delle PMI 15 miliardi di euro con misure straordinarie per tutti i settori economici. L’obiettivo è fornire la liquidità necessaria a superare la fase economica di crisi: fare fronte ai pagamenti, anche in caso di riduzione o assenza di fatturato, e tutelare l’occupazione. La banca ha previsto due misure, alternative o cumulabili, per un importo complessivo di 15 miliardi di euro. Un plafond di 5 miliardi di nuove linee di credito della durata di 18 mesi meno un giorno, di cui 6 di pre-ammortamento. Questo plafond prevede condizioni di favore: queste linee possono essere concesse a clienti e non clienti che al momento non beneficiano di linee di credito disponibili. Poi ci sono 10 miliardi di euro di liquidità per i clienti Intesa Sanpaolo, con linee di credito già deliberate a loro favore e messe a disposizione per finalità flessibili, compresa ovviamente la gestione dei pagamenti urgenti. Vale quanto annunciato il 24 febbraio con la sospensione per 3 mesi delle rate dei finanziamenti in essere prorogabili per altri 3 o 6 mesi in base all’evoluzione dell’emergenza.

13/03/2020 Intesa Sanpaolo: finanziamenti, mutui e prestiti si sospendono a distanza

Per limitare il più possibile i contatti tra clienti e gestori, Intesa Sanpaolo rende disponibile una modalità di gestione a distanza della richiesta di sospensione di finanziamenti, mutui o prestiti personali, con uno scambio diretto di informazioni e documenti tra cliente e gestore, via telefono o email. Il processo si applica solo a clientela conosciuta e dopo aver verificato i consensi privacy.  Lo scambio degli originali potrà avvenire attraverso l’invio per posta o corriere. Si può contattare il proprio gestore o la filiale online al numero 800.303.303 per verificare se l’attività di proprio interesse possa essere svolta anche tramite il servizio a distanza offerto da Intesa Sanpaolo, senza doversi recarsi in filiale.

Intesa Sanpaolo: rate sospese per 3 mesi

Intesa Sanpaolo ha comunicato una serie di interventi a sostegno di famiglie e aziende colpite direttamente o indirettamente dall’emergenza: tra queste anche le aziende che fanno business con la Cina. Si può chiedere la sospensione per 3 mesi delle rate di finanziamenti in essere, per la quota capitale o per l’intera rata, per tutte le famiglie residenti e per le aziende con sede operativa nei comuni oggetto di Ordinanza. La sospensione è prorogabile per 3 o 6 mesi, in base alla durata dell’emergenza. Il provvedimento è esteso anche alle aziende sul territorio italiano la cui attività è ridotta per limitazioni agli scambi commerciali o alle forniture. E a tutti gli italiani se il loro datore di lavoro, in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus, non può ricorrere agli ammortizzatori sociali. Le filiali dei comuni in quarantena sono state temporaneamente chiuse. Ai dipendenti residenti è data la possibilità di lavorare da casa, oppure di astenersi in caso di immunodepressione certificata. Lo smart working è stato ovviamente incentivato.  

10/06/2020 20 ventilatori per le terapie intensive dell’Emilia Romagna

UniCredit dona 20 macchine respiratorie alla Regione Emilia Romagna per i reparti di terapia intensiva di quattro strutture sanitarie della regione. Nello specifico i ventilatori andranno alle aziende Ausl di Piacenza, Parma e Ferrara; e all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.

05/05/2020 UniCredit dona 500mila euro alla Regione Piemonte

UniCredit anticipa una donazione di 500mila euro, frutto dei fondi che verranno raccolti nel corso dell’anno tramite UniCredit Card Flexia Classic Etica, alla regione Piemonte, per supportarla nella gestione delle difficoltà legate all’emergenza. I fondi Carta E 2019, per un ammontare di 800 mila euro, saranno invece devoluti alle 7 macro aree nelle quali la banca opera e saranno destinati alle organizzazioni che si prefiggono scopi benefici non lucrativi impegnate in prima linea nella gestione dell’emergenza.

04/05/2020 UniCredit dona a “Sempre con voi”

UniCredit Foundation, seguendo un preciso desiderio di Jean Pierre Mustier riguardo alla destinazione di una parte della sua donazione di € 2,7 mln, ha deciso di allocare la somma di € 500.000 a “Sempre con voi”, un fondo speciale promosso dalla famiglia Della Valle insieme al Dipartimento della Protezione Civile per il sostegno dei familiari del personale sanitario che ha perso la vita nella lotta al Covid-19. Questa è una delle numerose iniziative che UniCredit Foundation sta portando avanti con l’obiettivo di contrastare con efficacia la pandemia del Covid-19.

22/04/2020 Donati 2,7 milioni di euro alla Fondazione UniCredit

Presentando gli impatti stimati del Covid-19 sul business UniCredit, la banca ha annunciato che il CEO Jean Pierre Mustier ha proposto la riduzione della propria remunerazione per il 2020 del 25%, per un totale di 300.000 euro. A questi si aggiungono i 2,4 milioni massimi della remunerazione variabile LTIP per l’anno in corso, cui Mustier ha rinunciato interamente. Il CdA ha donato 2,7 milioni di euro alla Fondazione UniCredit. 

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

20/04/2020 UniCredit paga a vista

UniCredit anticipa i termini di pagamento dei propri fornitori in Italia eseguendo pagamenti “a vista” delle fatture. Questo consentirà di accelerare notevolmente i pagamenti rispetto ai termini contrattuali standard di 60 giorni e supporterà ulteriormente le aziende nella gestione del capitale circolante. UniCredit eseguirà immediatamente i bonifici bancari ai propri fornitori – senza attendere i termini di pagamento contrattuali – dopo aver ricevuto la fattura elettronica dalla piattaforma SDI dell’Agenzia delle Entrate e aver effettuato i controlli di prassi.

09/04/2020 Prestiti agevolati per medici, infermieri e OSS

UniCredit offre al personale medico, infermieristico e agli Operatori Socio Sanitari impegnati in prima linea negli ospedali italiani la possibilità di ottenere nuova liquidità a tasso zero. Coloro che ne faranno richiesta, entro il 31 dicembre 2020, potranno ottenere prestiti personali fino a 30 mila euro, rimborsabili in un periodo massimo di 84 mesi, senza interessi e senza spese di istruttoria. La richiesta, per i clienti della banca, è attivabile in modalità semplificata da remoto attraverso i canali digitali della banca, senza necessità di recarsi personalmente in filiale. La banca offre inoltre per le stesse categorie di dipendenti del settore pubblico, la possibilità di richiedere un finanziamento attraverso la cessione del quinto dellostipendio, sempre a tasso zero e senza spese d’istruttoria e commissioni d’intermediazione, rimborsabili in un periodo massimo di 120 mesi.

08/04/2020 Oltre 1.200.000 raccolti dai dipendenti UniCredit e da UniCredit Foundation

3.000 donazioni in 2 settimane, di cui oltre il 20% da dipendenti basati all’estero. Sono i risultati della raccolta fondi tra i clienti UniCredit contro il Covid-19, conclusasi il 31 marzo, per sostenere tre degli ospedali in prima linea nell’emergenza. Complessivamente sono stati raccolti oltre 1.228.000 euro, di cui 1 milione da UniCredit Foundation. In base alle preferenze espresse dai donanti, 556.600 euro andranno all’Ospedale Sacco di Milano, 353.500 euro all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani di Roma e 318.600 euro alla Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia.

31/03/2020 il top management rinuncia al bonus 2020

Il top management di UniCredit ha deciso di rinunciare all’intero bonus per l’anno 2020 (relativo ai risultati per l’anno in corso, quindi), devolvendo l’importo equivalente a UniCredit Foundation per sostenere iniziative sociali. 

26/03/2020 SACE e UniCredit: 1 miliardo per l’export

SACE SIMEST e UniCredit hanno concluso un accordo per destinare un plafond da 1 miliardo di euro a finanziamenti a breve termine, fino a 18 mesi, erogati da UniCredit e garantiti da SACE, a favore delle aziende clienti della banca, per far fronte alle esigenze di capitale circolante e permettere a queste di assorbire al meglio lo shock subito dalla filiera produttiva nazionale e internazionale a seguito della diffusione in tutto il mondo del Covid-19.

23/03/2020 UniCredit amplia il Pacchetto Emergenza e dona 360mila euro alla CRI

Il Pacchetto Emergenza di UniCredit viene esteso all’intero territorio nazionale e con ulteriori misure. Per i privati, la sospensione del rimborso della quota capitale delle rate dei mutui è possibile fino a 12 mesi. Alle PMI, oltre alle misure annunciate dall’ABI, sono riservati finanziamenti aggiuntivi, pari ad almeno il 10% dell’utilizzato in essere, attraverso rinegoziazione e/o consolidamento del debito e con la garanzia del Fondo Centrale di Garanzia. Agli altri clienti Imprese la possibilità di sospendere il rimborso della quota capitale delle rate dei finanziamenti a medio-lungo termine per 3 o 6 mesi, con possibile proroga fino a 12 mesi. Le linee di import sono prorogate fino a 120 giorni e sono disponibili linee di credito di liquidità con durata fino a 6 mesi.

UniCredit ha anche annunciato una donazione di 360mila euro alla Croce Rossa Italiana e a 20 comitati locali che operano sul territorio per l’acquisto di mascherine, materiale sanitario e dispositivi medici, e per l’acquisto di un’unità mobile-operativa attrezzata per il coordinamento dell’emergenza, grazie ai fondi raccolti con UniCredit Card Flexia Classic Etica, carta di credito che devolve a un Fondo Carta Etica il 2 per mille delle transazioni. UniCredit ha messo a disposizione della CRI un conto corrente solidarietà completamente gratuito (IT93H0200803284000105889169 intestato a Associazione Croce Rossa Italiana) per la raccolta fondi.

16/03/2020 Incontra Assicurazioni: le coperture di UniCredit My Care Salute valgono per il Coronavirus

Incontra Assicurazioni annuncia che la soluzione My Care Salute, distribuita da UniCredit, comprende diverse coperture che valgono anche in caso di contagio per Coronavirus: visite specialistiche, esami diagnostici, diaria di ricovero, pacchetti dedicati in caso di ricovero, assistenza telefonica 24 ore su 24. In via straordinaria vista l’emergenza, Incontra Assicurazioni estende il riconoscimento della diara da ricovero anche in caso di costrizione a regime di isolamento obbligatorio presso il domicilio per positività al tampone Covid-19. In quest’ ultimo caso è eliminata la carenza dei 30 giorni prevista dalla polizza e sono raddoppiati i massimali per visite specialistiche e accertamenti diagnostici: eliminati gli scoperti in caso di utilizzo di centri non convenzionati.

13/03/2020 La raccolta fondi dei dipendenti UniCredit

UniCredit ha lanciato una raccolta fondi a livello di Gruppo a sostegno dello Spallanzani di Roma, del Sacco di Milano e del San Matteo di Pavia. Tutti i dipendenti del Gruppo potranno contribuire fino al 31 marzo. UniCredit Foundation contribuirà con una somma 10 volte maggiore a quanto raccolto, fino a un massimo di 1 milione di euro.

UniCredit: misure per i dipendenti

Anche UniCredit ha invitato lo smart working, per altro ampiamente in uso in Banca da diverso tempo (così come nei principali istituti di credito italiani). Chiuse le aree comuni nelle sedi di Milano e Cologno Monzese, vietati i viaggi di lavoro nazionali e internazionali non essenziali. In distribuzione kit preventivi anti-contagio nelle principali filiali colpite. Nella zona rossa UniCredit applica il Pacchetto Emergenza: moratoria di 12 mesi sulle rate dei mutui per i privati residenti e per le imprese con sede legale od operativa negli 11 comuni oggetto dell’ordinanza restrittiva di febbraio. Disponibili anche prestiti a tasso agevolato per privati e imprese dei comuni. Nelle 7 Regioni (Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Friuli VG, Trentino e Lazio) colpite al 24 febbraio, previa valutazione dell’effettivo danno subito, è possibile richiedere la sospensione per 6 mesi del pagamento delle rate dei mutui ipotecari o chirografari per le imprese con sede legale od operativa in zona; oppure la proroga delle linee di import fino a 120 giorni per mancata ricezione della merce per motivi connessi all’emergenza; la concessione di linee di credito di liquidità con durata fino a 6 mesi.

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

2 milioni di euro alla protezione civile

UniCredit e UniCredit Foundation hanno inoltre donato 500mila euro alla Protezione Civile per l’acquisto di materiale sanitario e di dispositivi medici. Una seconda donazione da 1,5 milioni di euro è stata disposta il 02 marzo 2020.

24/04/2020 Accordo con SACE. A oggi 28mila richieste di finanziamenti garantiti

Banco BPM rende noto di avere siglato un accordo di collaborazione con SACE per l’offerta di nuovi finanziamenti garantiti rivolti a Medie e Grandi Aziende oltre alle PMI che abbiano già esaurito il Plafond del FCG, in difficoltà a causa dell’emergenza in corso dovuta alla pandemia COVID-19. L’accordo, che rientra nelle misure intraprese per recepire e applicare, in maniera celere ed efficace, quanto stabilito dalle recenti normative, in particolare dal D.L. “Liquidità” n. 23 dell’8 aprile 2020, prevede finanziamenti a condizioni agevolate con pre-ammortamento di almeno 24 mesi, importo non superiore al 25% dei ricavi o al doppio del costo del lavoro, entrambi riferiti al 2019, supportati da garanzia rilasciata da SACE. Tali importi sono finalizzati a sostenere costi del personale, investimenti o capitale circolante impiegati in attività in Italia. In Banco BPM sono già in corso di erogazione i finanziamenti previsti dal Fondo di Garanzia PMI; per quelli garantiti al 100% fino a un massimo di euro 25.000, nella prima settimana sono state presentate oltre 28mila domande per un ammontare stimato di 450 milioni di euro.

15/04/2020 Banco BPM con Università degli Studi di Milano e ASST Fatebenefratelli Sacco di Milano per la banca biologica su Covid-19

Università degli Studi di Milano e Asst Fatebenefratelli Sacco di Milano danno avvio al progetto della prima “Banca biologica” su Covid-19 grazie a una donazione di oltre 800mila euro da parte di Banco BPM. Una formidabile opportunità per potenziare la ricerca sul virus. La Banca biologica, che verrà realizzata presso l’Ospedale Sacco, raccoglierà e conserverà tutti i campioni biologici, ematici e tessutali, relativi a Covid -19 e costituirà una grande opportunità per lo studio e lo sviluppo di strategie diagnostiche e terapeutiche, incluse quelle di tipo vaccinale. Completa l’intervento il potenziamento della piattaforma tecnologica per lo stoccaggio e alimentazione di Ossigeno liquido a servizio dell’Ospedale Sacco.

07/04/2020 I manager donano parte del compenso, in arrivo raccolta fondi #straordinarinsieme

Il Gruppo Banco BPM, insieme alle sue Fondazioni locali, mette a disposizione risorse per oltre 2,5 milioni di euro contro il Coronavirus. Il progetto comprende anche il supporto delle controllate Banca Aletti e Banca Akros. Board, collegio sindacale e top management hanno rinunciato a una parte dei compensi: il Presidente al 100%, consiglieri e sindaci al 25% fino al termine del 2020 e l’A.D. il 25% inclusivo del suo compenso annuo fisso. L’ammontare complessivo, compresa la rinuncia del top management, è di 1 milione di euro. Una cifra corrispondente sarà destinata a iniziative di liberalità sociale sul territorio. Avviata anche una raccolta fondi presso il personale della banca per un progetto multiregionale per aiutare le famiglie in difficoltà economica a causa dell’emergenza del Coronavirus e, a seguire, la selezione di ulteriori interventi di supporto ai territori. Il nome del progetto è #straordinarinsieme. In arrivo anche una piattaforma online di crowdfunding, #SOStegnostraordinario, per 12 progetti specifici per fare fronte alle esigenze immediate delle comunità sui territori di riferimento della banca.

27/03/2020 plafond da 1 miliardo per i professionisti

Banco BPM mette a disposizione dei professionisti appartenenti alle varie categorie un plafond di 1 miliardo di euro per fronteggiare la situazione di difficoltà determinata dall’emergenza Covid-19. Al plafond possono aderire coloro che sono iscritti a tutte le casse di previdenza dei professionisti. Si può richiedere un finanziamento a condizioni economiche di particolare favore della durata fino a 24 mesi con un preammortamento, compreso nella durata complessiva, fino a 9 mesi, rivolgendosi direttamente alla loro agenzia di riferimento. Ove vi siano i requisiti il professionista potrà accedere alle agevolazioni offerte dal Fondo di Garanzia PMI.

23/03/2020 3 miliardi di euro per le imprese colpite dall’emergenza

Banco BPM stanzia un plafond di 3 miliardi di euro per le imprese: potranno aderire le aziende di ogni settore, senza limiti dimensionali di fatturato, e operatori del terzo settore. La valutazione seguirà un iter accelerato e darà priorità a chi opera in settori di attività e filiere produttive che hanno subito un maggiore impatto o sono direttamente coinvolte nella gestione della crisi. Le aziende potranno richiedere un finanziamento a condizioni economiche di particolare favore della durata fino a 24 mesi con un preammortamento, compreso nella durata complessiva, fino a 9 mesi.

28/02/2020 Misure per la Zona Rossa

Banco BPM ha definito alcune misure per il sostegno economico delle famiglie residenti e delle imprese insediate nei comuni interessati dalle misure urgenti di contenimento e gestione del contagio della Lombardia e del Veneto. I comuni sono: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini, nelle provincia di Lodi; il comune di Vo’ Euganeo in provincia di Padova. Alla clientela privata residente e alle aziende insediate nei Comuni è data la possibilità di chiedere la sospensione per un periodo fino a 6 mesi, con possibilità di proroga per altri sei mesi, della quota capitale delle rate dei mutui e dei finanziamenti in corso di ammortamento. Stanziato un plafond straordinario di 100 milioni di euro per finanziare le imprese delle aree. Banco BPM valuterà eventuali ulteriori iniziative per le aziende che subiranno penalizzazioni a causa del protarsi dell’emergenza. Nei comuni in Zona Rossa saranno azzerate le commissioni di prelievo da ATM di altre banche.

07/05/2020 UBI Banca aderisce all’accordo ABI – Anci – UPI

UBI Banca ha aderito all’accordo quadro sottoscritto da ABI con Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e UPI (Unione Province d’Italia) per la sospensione delle rate dei finanziamenti concessi dalle banche agli Enti Locali in scadenza nel 2020 (viene sospesa la quota capitale) con contestuale allungamento del piano di ammortamento di 12 mesi. Le domande di sospensione vanno presentate alla banca entro il 15 maggio 2020. La banca, come previsto dall’accordo, si impegna a fornire una risposta di norma entro 30 giorni dalla presentazione della domanda o dalla presentazione delle informazioni aggiuntive eventualmente richieste. La misura è destinata ai Comuni, alle Province e agli altri enti territoriali quali le città metropolitane, le comunità montane, le unioni di Comuni e i consorzi tra Enti Locali che intendono aderire.

30/04/2020 Protrazione della vendita dei singoli pegni scaduti, non ritirati e non rinnovati

UBI Banca protrarrà al prossimo mese di settembre la vendita delle polizze pegno con scadenza nei mesi di dicembre 2019, gennaio – febbraio – marzo – aprile – maggio – giugno 2020. UBI Banca è presente con sportelli dedicati all’attività di credito su pegno nelle città di Milano, Monza, Pavia, Como, Crema, Varese, Bergamo, Brescia, Pesaro, Fossombrone, Macerata e Roma.

28/04/2020 10mila pratiche di garanzie per i clienti UBI 

 UBI Banca ha attivato oltre 10mila domande di garanzia statale per crediti entro i 25mila euro. Un accelerazione resa possibile grazie alla collaborazione tra le strutture informatiche di UBI e SF Consulting, società partecipata dalla banca e specializzata nel credito agevolato. I Clienti sono stati informati e in queste ore UBI Banca sta già provvedendo all’erogazione dei crediti mentre continua a raccogliere ulteriori richieste, che saranno lavorate con la stessa celerità grazie ad una mobilitazione operativa della propria rete commerciale.

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

01/04/2020 Ecco Rilancio Italia

UBI Banca vara Rilancio Italia, programma integrato del valore fino a 10 miliardi di euro mirato a imprese, famiglie, individui e terzo settore. A favore delle imprese linee temporanee a breve termine o finanziamenti chirografari per liquidità (anche grazie a garanzie dello Stato;, incremento delle linee di cassa per conversione dei fidi accordati; possibilità di moratoria sul pagamento dei finanziamenti in essere; consolidamento del debito con finanza aggiuntiva (assistenza L. 662). Iniziative anche per la digitalizzazione. A favore di famiglie e individui, invece, Rilancio Italia prevede: una moratoria sul pagamento dei finanziamenti personali in essere per chi ha subito la perdita o una riduzione del lavoro; la sospensione del mutuo prima casa per le categorie e le condizioni previste dal Cura Italia; lo storno di canoni e commissioni alla clientela privata che adotterà sistemi digitali di interazione con la banca per realizzare le principali operazioni; la possibilità di ottenere un anticipo sulla cassa integrazione in deroga.

20/03/2020 Non si sposta oltre il 50% dei dipendenti

UBI Banca comunica che le misure di flessibilità, i congedi straordinari e i permessi consentono a oltre il 50% del personale di non recarsi al lavoro o lavorare a distanza. Sul fronte dello smart working, la banca in poche settimane havisto il numero di postazioni attive passare da 800 a circa 10mila. Una vera e propria migrazione che ha riguardato dapprima le strutture centrali e successivamente la rete commerciale. 

18/03/2020 UBI Banca dona 5 milioni di euro

UBI Banca ha donato 5 milioni di euro di erogazioni liberali a istituzioni sanitarie e centri di ricerca direttamente impegnati a gestire la crisi: saranno erogati in collaborazione con le Fondazioni di Territorio e interesseranno soprattutto la Lombardia e le province di Bergamo e Brescia, cuore pulsante di UBI Banca e tra le più colpite dall’emergenza. Due ambulanze saranno rapidamente disponibili in queste due province. Le Fondazioni che hanno contribuito all’impegno sono la Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo, Fondazione UBI Per Varese, Fondazione UBI Banco di Brescia, UBI Fondazione CAB, Fondazione Banca Popolare Commercio e Industria. 

06/03/2020 Prime misure

Ubi Banca ha annunciato che le aziende clienti direttamente interessate dalle conseguenze dell’emergenza Coronavirus potranno beneficiare di una moratoria sul pagamento delle rate dei finanziamenti erogati. È prevista, inoltre, la possibilità di proroga dell’iniziativa e dei conseguenti accordi, nel caso in cui l’emergenza dovesse protrarsi. Le misure riguardano tutto il territorio italiano, se le conseguenze negative sull’attività di impresa sono riconducibili direttamente all’emergenza sanitaria. I clienti possono rivolgersi ai referenti nei Centri Imprese o nella divisione Corporate & Investment Banking per valutare l’entità della difficoltà contingente e le misure necessarie.

Potranno chiedere la sospensione temporanea del pagamento delle rate dei finanziamenti imprese e famiglie clienti UBI direttamente interessate dall’emergenza quindi i residenti e le aziende con sede operativa nei comuni oggetto dell’ordinanza di prescrizione e interdizione e alle aziende che più in generale sono state penalizzate nello svolgere l’attività a causa dell’emergenza. La sospensione dura 3 mesi con possibilità di proroga in caso di protrarsi dell’emergenza Co-vid 19

05/05/2020 Filiali più grandi aperte tutti i giorni su appuntamento

Dal 5 maggio circa 1.100 agenzie di Banca MPS di dimensioni più grandi assicurano il servizio dal lunedì al venerdì, sia al mattino che al pomeriggio, mentre le altre circa 300 filiali restano aperte al pubblico, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì sia al mattino che al pomeriggio. Le operazioni di cassa sono disponibili in tutte le filiali il lunedì, mercoledì e venerdì mattina. L’accesso in tutte le filiali è consentito solo previo appuntamento e che le agenzie sono contattabili telefonicamente e via mail anche negli orari di chiusura al pubblico.

21/04/2020 Le 60 filiali più grandi aperte ogni mattina, su appuntamento telefonico

Banca Monte dei Paschi di Siena comunica che a partire dal 21 aprile, le 60 Filiali principali (Paschi Valore Top), su tutto il territorio nazionale, torneranno ad essere aperte tutte le mattine, sempre su appuntamento telefonico. Per le altre Filiali restano confermate le aperture nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì, sempre al mattino e sempre su appuntamento.

18/03/2020 Plafond di 5 miliardi per le imprese

Banca Monte dei Paschi di Siena ha già messo a disposizione delle imprese di ogni dimensione un plafond da 5 miliardi di euro con misure straordinarie. La soluzione è personalizzata sull’effettiva esigenza dell’azienda, individuando tramite consulenza mirata quali misure attivare per affrontare il fermo operativo e per rilanciare le attività. Le misure specifiche sono tre: la sospensione delle rate o l’allungamento della durata dei finanziamenti fino ad un massimo di 12 mesi come previsto dalla convenzione sottoscritta con ABI e la proroga delle scadenze degli anticipi fino ad una durata massima di 12 mesi dall’accensione del credito. Non solo la moratoria, quindi, ma anche il posticipo dei pagamenti per mantenere la liquidità, per quelle aziende in bonis che operano con anticipi commerciali, di flussi, di import/export e che affrontano in questa fase una ridotta capacità di rimborso. Una terza misura, MPS Ripartiamo, prevede finanziamenti a medio e lungo termine, sia di natura chirografaria che ipotecaria, con erogazioni in tranches da effettuare nel corso del primo anno a seconda delle esigenze che le aziende evidenzieranno. Per semplificare l’iter di richiesta e concessione è previsto il più amplio coinvolgimento delle Associazioni di Categoria mentre tutte le misure seguiranno un canale preferenziale per accorciare al minimo i tempi di risposta.

Banca Monte dei Paschi di Siena ha previsto per famiglie residenti e aziende con sede operativa o legale negli 11 Comuni una moratoria di sei mesi delle rate di finanziamento, quota capitale o intera rata.  C’è poi la possibilità di accedere a prestiti a tasso agevolato per i clienti privati residenti e ai clienti imprese con sede legale/operativa nei Comuni colpiti. La banca valuterà di volta in volta le misure a sostegno delle aziende, e dei suoi dipendenti, che presentassero difficoltà derivanti dalla riduzione dell’attività produttiva e commerciale.

18/03/2020 1 milione di euro agli ospedali

Banca Mediolanum, dopo la prima donazione all’ASTT Fatebenefratelli Sacco di Milano del 4 marzo, ha posto in essere ulteriori contributi, diretti e indiretti, superando la quota di 1 milione di euro. 200mila euro per acquistare macchinari per la ventilazione artificiale la radiografia polmonare a favore della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia. Altri 200mila euro per la Fondazione IRCCS Ca’Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano per l’acquisto di attrezzature per le nuove aree del Dipartimento di Terapia Intensiva, diretto dal prof. Antonio Pesenti. All’ASST Fatebenefratelli Sacco di Milanoa cui sono stati devoluti 662mila euro, di cui 240mila euro direttamente dalla Banca e 422mila euro tramite la raccolta fondi, avviata a inizio marzo. La raccolta fondi è servita ad acquistare cinque macchinari, individuati direttamente dall’ospedale milanese, per il reparto di Microbiologia, Virologia e Bio-Emergenze, retto dalla professoressa Mariarita Gismondo.

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

La raccolta fondi prosegue a beneficio dell’Ospedale Sacco per rafforzare l’aiuto delle Unità Operative di Malattie Infettive e di Terapia Intensiva. 

11/03/2020 Altri 140mila euro all’Ospedale Sacco

Banca Mediolanum ha donato altri 140.000 euro all’Ospedale Sacco per l’acquisto di una macchina destinata all’Unità Operativa di Virologia e Bio-Emergenze. La donazione si aggiunge ai 100.000 euro versati settimana scorsa a favore delle Unità Operative di Malattie Infettive e di Terapia Intensiva.

05/03/2020 100mila euro per l’Ospedale Sacco

 Banca Mediolanum ha donato100.000 euro a favore dell’ASST Fatebenefratelli Sacco di Milano, una delle strutture sanitarie che sta affrontando, in prima linea, l’emergenza della diffusione del COVID-19 in Italia. La donazione verrà impiegata per l’acquisto di attrezzature necessarie ai reparti maggiormente impattati dalla contingenza attuale, ovvero le Unità Operative di Malattie Infettive, del professor Massimo Galli e del dottor Giuliano Rizzardini e di Terapia Intensiva del dottor Emanuele Catena.

La banca ha aperto un conto corrente dedicato, per raccogliere fondi il cui ricavato sarà interamente destinato all’acquisto di attrezzature utili al reparto di Microbiologia, Virologia e Bioemergenze, retto dalla professoressa Mariarita Gismondo. Gli estremi per la donazione sono:

IBAN IT97O0306234210000001901901
intestato a Banca Mediolanum
 causale: Emergenza Coronavirus

04/05/2020 Al via test sierologici volontari per i dipendenti in Italia

Il Gruppo Sella ha stipulato una convenzione con il Centro polispecialistico C.D.C. per consentire ai circa 5.000 dipendenti e collaboratori in tutta Italia di effettuare volontariamente il test sierologico. In questo modo sarà possibile individuare anche eventuali casi asintomatici o di virus in incubazione e adottare prontamente tutte le misure di salvaguardia, sia sul posto di lavoro che in ambito privato. Qualora fossero riscontrate tracce di anticorpi indicativi della presenza del coronavirus, il laboratorio procederà immediatamente anche all’analisi del tampone, fatto contestualmente, al fine di accertare la positività o meno al virus. Il Gruppo continua far ricorso allo smartworking in tutti i casi in cui questa modalità di lavoro è possibile, mentre le succursali sono aperte al pubblico solo per appuntamento. Il test sierologico sarà assicurato in via prioritaria a coloro i quali attualmente si recano al lavoro e sono a contatto con i clienti.

07/04/2020 Banca Patrimoni Sella & C. dona 60mila euro agli ospedali

Banca Patrimoni Sella & C. dona 60 mila euro per sostenere gli ospedali italiani impegnati in prima linea ad affrontare la lotta contro il COVID-19, per sostenere in particolare la Fondazione Buzzi di Milano per gli ospedali della Lombardia, la clinica di malattie infettive dell’Ospedale Amedeo di Savoia di Torino, ’Ospedale di Mondovì Regina Montis Regalis e l’Ospedale Cotugno di Napoli. Banca Patrimoni Sella & C. ha anche predisposto l’azzeramento delle commissioni sui bonifici effettuati dai clienti a favore delle organizzazioni sopra citate, oltre che della Protezione Civile, dell’Ospedale Spallanzani di Roma e dell’Ospedale degli Infermi di Biella. La banca ha inoltre supportato l’iniziativa di raccolta fondi lanciata tra i dipendenti del gruppo Sella, che si è impegnato a raddoppiare la somma raggiunta. 

03/04/2020 73.840 euro raccolti per l’Ospedale di Biella

Sella devolve 73.840 euro all’Ospedale di Biella per sostenere il pronto soccorso e i reparti di rianimazione e semintensiva. I dipendenti avevano raccolto 36.920 euro e il Gruppo ha raddoppiato la cifra. La raccolta fondi tra i dipendenti del gruppo Sella è stata lanciata a metà marzo e proseguirà anche per tutto il mese di aprile. I dipendenti potranno ora scegliere di destinare la propria donazione all’ospedale Amedeo di Savoia di Torino o all’ospedale Cardinale Giovanni Panico di Tricase, in provincia di Lecce. Questi fondi vanno ad aggiungersi ai circa 250 mila euro che il gruppo Sella, attraverso tutte le sue società, ha destinato in favore di organizzazioni e strutture sanitarie impegnate a fronteggiare l’emergenza. All’ospedale di Biella, inoltre, è già operativo l’apparecchio per la diagnostica della funzionalità polmonare che è stato donato dal gruppo Sella attraverso l’associazione Amici dell’ospedale. Il macchinario è stato installato in questi giorni nel reparto di rianimazione ed è già a disposizione del personale medico.

01/04/2020  Sella con l’associazione Nova

Gruppo Sella sostiene la raccolta fondi dell’associazione Nova (che raccoglie studenti ed ex studenti dei MBA delle migliori scuole del mondo) a favore della Fondazione Buzzi di Milano. 

02/04/2020  Smartika rimborsa le commissioni alle famiglie in difficoltà

La piattaforma di P2P lending del Gruppo Sella, Smartika, rinuncia alle commissioni per tutti i prestiti fino a 15mila euro richiesti fino al 21 aprile per sostenere le famiglie in emergenza. Caricando tutti i documenti necessari dopo avere inoltrato la richiesta, Smartika rimborserà il 100% delle commissioni entro 10 giorni lavorativi dal pagamento dell’ultima rata. Nessun rimborso in caso di estinzione anticipata del prestito. 

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

25/03/2020 Plafond, moratorie e donazioni

Gruppo Sella stanzia due plafond, per un totale di 15 milioni di euro, per finanziamenti a condizioni agevolate per imprese e famiglie che devono acquistare device digitali per smart working e scuola a distanza. Per le imprese vanno 10 milioni di euro con finanziamenti agevolati fino a 36 mesi per PC, tablet, smartphone e corsi di formazione online. Per le famiglie ci sono 5 milioni di euro: entro il 30 aprile si può accedere a un finanziamento Sella Personal Credit.

La moratoria sui mutui e i finanziamenti può essere richiesta con una procedura online su tutti i canali digitali.

Il Gruppo ha poi donato 250mila euro all’ospedale degli Infermi di Biella, all’Unità di crisi della regione Piemonte, che sta raccogliendo fondi per tutti gli ospedali della regione, alla Fondazione Buzzi di Milano, e all’ospedale ASST Fatebenefratelli Sacco Milano. Una raccolta fondi tra i dipendenti, per sostenere l’associazione Amici dell’Ospedale di Biella, prosegue fino al 30 aprile.

La challenger bank HYPE, infine, ha donato 25 mila euro all’Ospedale Sacco di Milano e ha attivato una raccolta fondi tra i suoi clienti.

06/03/2020 Moratorie e sospensioni

il gruppo Sella ha comunicato misure a favore delle famiglie e delle imprese nelle Zone Rosse: le prime potranno chiedere la sospensione delle rate dei mutui relativi a edifici presenti nelle zonne rosse; le secondo possono richiedere la sospensione delle rate dei finanziamenti chirografari, ipotecari e dei contratti di locazione finanziaria e operativa sottoscritti con Sella Leasing. La sospensione potrà avere una durata fino a 12 mesi e ai clienti verrà data la possibilità di scegliere se richiedere la sospensione del rimborso dell’intera rata o della sola quota capitale del mutuo. Possibile anche richiedere la sospensione dei prestiti in corso di ammortamento fino a un massimo di tre mesi per i clienti residenti o lavoranti nella zona rossa.

Le aziende del territorio nazionale che hanno subito un danno in seguito all’emergenza sanitaria possono richiedere la proroga delle linee di import fino a un massimo di 120 giorni in caso di mancata ricezione della merce, la concessione di linee di credito a supporto del capitale circolante delle aziende attraverso il finanziamento paghe per una durata massima di 9 mesi e altre linee di credito dedicate alla liquidità con durata massima di 6 mesi.

27/04/2020 Che Banca! con Hope Onlus per gli ospedali lombardi

Consegnati ai reparti di rianimazione di 9 ospedali della Lombardia ventilatori polmonari, ecografi portatili e dispositivi medici acquistati grazie alla donazione di 300mila euro effettuata da CheBanca! a Hope Onlus. L’importo donato è frutto dell’iniziativa di solidarietà e responsabilità sociale lanciata dalla Banca multicanale del Gruppo Mediobanca in occasione della nuova offerta su Conto Deposito (ne abbiamo parlato appena sotto, nel flash del 1 aprile). La donazione ha permesso di consegnare con tempestività e sulla base delle priorità identificate dall’Unità di Crisi della Regione Lombardia, coordinata dal Professor Antonio Pesenti, 6 ventilatori polmonari e 7 ecografi portatili ai seguenti ospedali: Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Ospedale Presidio Fiera di Bergamo, Ospedale Bassini di Cinisello Balsamo, Ospedale di Sesto San Giovanni, Ospedale Sacco di Milano, Ospedale di Milano, Ospedale San Matteo di Pavia, Ospedale di Cremona, Ospedale Morelli di Sondalo (Sondrio). Gli ospedali utilizzano i macchinari salvavita e diagnostici gratuitamente e a tempo determinato, fino all’esaurimento delle effettive necessità. Le stesse apparecchiature medicali vengono poi tecnicamente rigenerate da Hope Onlus e destinate a un altro ospedale bisognoso, venendo così inserite in un circuito di economia circolare. Dopo l’emergenza dell’epidemia, saranno messe a servizio di necessità sanitarie e di assistenza di altri ospedali in Italia o all’estero, con particolare attenzione alle urgenze delle comunità più fragili di Siria, Libano, Giordania.

01/04/2020 CheBanca!: il conto deposito aiuta la lotta al Covid-19

Che Banca! donerà “a chi è in prima linea contro il Coronavirus” una somma equivalente all’1xmille della liquidità raccolta con la nuova promozione legata al Conto Deposito. La nuova offerta prevede un tasso annuo dell’1% sulla nuova liquidità vincolata a sei mesi fino al 30 aprile.

26/03/2020 Gruppo Mediobanca: 1,1 milioni di euro donati

Gruppo Mediobanca con i suoi dipendenti hanno donato 1,1 milioni di euro in favore della lotta contro il Covid-19. L’importo verrà devoluto alla Regione Lombardia, al Comune di Milano e all’Ospedale Sacco. Oltre al contributo della banca comprende anche quello dei dipendenti che hanno partecipato a una raccolta interna di fondi.

15/06/2020 Crowdfunding a 1,5 milioni di euro

Altri 500mila euro raccolti contro il Covid-19 dal portare di crowdfunding del Crédit Agricole, CrowdForLife. Obiettivo raggiunto grazie al Payroll Giving, ai contributi diretti dei dirigenti e dei dipendenti di Crédit Agricole Italia, dei dipendenti di Agos e di Amundi Italia, insieme alle donazioni di clienti e fornitori.Questa raccolta fondi si aggiunge al milione di euro donato nel marzo scorso da Agos (500 mila euro, incluse anche le donazioni dei collaboratori), Crédit Agricole Italia (140 mila), Amundi (100 mila), CA Vita e CA Assicurazioni (100 mila), insieme alle altre entità CA Corporate & Investment Bank, CACI, CACEIS, Eurofactor, CA FriulAdria, CA Leasing e Indosuez Wealth Management Italia.

27/04/2020 Teleconsulto medico gratuito ai nuovi sottoscrittori di polizze (e procedure digitali per i sinistri)

Per tre mesi i nuovi clienti che sottoscrivono una polizza vita Unit Linked o Multiramo, oppure una polizza di protezione Danni fino al 14 gugno, con Crédit Agricole Vita e Crédit Agricole Assicurazioni, potranno accedere a una copertura di assistenza medica attraverso teleconsulto, senz spese aggiuntive, L’iniziativa è valida anche per gli attuali clienti assicurati che abbiano compiuto più di 60 anni di età, entro i medesimi termini. Crédit Agricole offre, con questo servizio, una visita medica disponibile 24h su 24, via telefono o mediante videoconsulto, direttamente da casa, fino ad un massimo di tre appuntamenti. I clienti assicurati con Crédit Agricole hanno la possibilità di mettersi in contatto con il medico direttamente da casa, potendo anche contare sulla disponibilità di rilascio on-line della ricetta medica bianca presso la farmacia più vicina.

Per quanto riguarda la liquidazione dei sinistri, la Compagnia Crédit Agricole Assicurazioni sta privilegiando le misure a distanza, grazie alla video-perizia per i clienti di polizze auto e casa: un sistema totalmente digitale, che consente al perito di procedere all’accertamento del danno via smartphone, garantendo tempestività al servizio e semplificando la pratica di liquidazione.

21/04/2020 15mila domande di finanziamenti, 37mila di moratoria

Crédit Agricole Italia comunica che al 21 aprile 2020 sono pervenute 15mila richieste di finanziamenti fino a 25mila euro, già attivate. Le richieste di moratoria ricevute sono invece 37mila, di cui 28mila già deliberate.

20/04/2020 Piano da 10 miliardi per famiglie e imprese

Crédit Agricole Italia stanzia un plafond di 4 miliardi riservato a tutte le aziende, utilizzabile per finanziamenti nel medio termine con l’intervento delle garanzie messe a disposizione dal Fondo Centrale di Garanzia e da SACE attraverso “Garanzia Italia”. La misura è volta a supportare sia gli investimenti che il capitale circolante per sostenere la ripresa produttiva delle imprese, con attivazione immediata delle richiste di finanziamenti fino a 25mila euro per tutte le imprese, anche con fatturato inferiore a 3,2 milioni di euro. Due i miliardi per assicurare liquidità immediata alle aziende clienti del Gruppo con l’obiettivo di sostenere le esigenze di capitale circolante, grazie all’utilizzo flessibile delle linee commerciali già accordate. L’obiettivo è quello di favorire la continuità dei pagamenti a fornitori e dipendenti nonostante la progressiva riduzione dei ricavi. Tale misura contribuirà a tutelare il livello occupazionale delle imprese. La sospensione della rata mutui, in modo semplice e senza istruttoria, vede moratorie su 4 miliardi di finanziamenti, mutui e leasing sia per le PMI che per le famiglie. Per tutti i privati titolari di mutuo (anche non prima casa) è prevista la sospensione quota capitale per 6 mesi, eventualmente prorogabile per altri 6 mesi. La sospensione è concessa a tutti i clienti indipendentemente dalla finalità del mutuo e dalla situazione lavorativa/reddituale del cliente.

31/03/2020 1 milione alla Croce Rossa

Gruppo Crédit Agricole Italia dona 1 milione di euro alla CRI per l’allestimento di un ospedale da campo. Nel dettaglio, Agos dona 500mila euro (con il coinvolgimento dei collaboratori nella donazione), Crédit Agricole Italia 140mila, Amundi 100mila, CA Vita e CA Assicurazioni 100mila. Hanno partecipato alla donazione complessiva anche CA Corporate & Investment Bank, CACI, CACEIS, Eurofactor, CA FriulAdria, CA Leasing e Indosuez Wealth Management. Una seconda iniziativa, “Il Tempo della Gentilezza” raccoglierà fondi sul portale CrowdForLife per la consegna a domicilio di spesa e farmaci per le persone più fragili come gli over 65 e gli immunodepressi. 

28/02/2020 Moratorie per famiglie e imprese

Crédit Agricole ha annunciato che le famiglie residenti nella zona rossa possono richiedere la sospensione delle rate dei mutui casa. Le aziende presenti negli stessi comuni possono richiedere la sospensione delle rate dei finanziamenti chirografari e ipotecari e dei canoni dei contratti di leasing finanziario. La sospensione potrà avere una durata fino a 12 mesi e potrà essere della sola quota capitale o per l’intera rata, a scelta del richiedente. La richiesta può essere fatta scaricando un modulo dal sito internet all’indirizzo www.credit-agricole.it/informative/sostegno-zone-rosse, dove è riportato un avviso con i dettagli: se la filiale di riferimento è chiusa, il modulo può essere inoltrato via email

05/05/2020 BPER dona 3 milioni di euro

Il Gruppo BPER mette a disposizione della collettività oltre 3 milioni di euro per fronteggiare l’emergenza provocata dalla diffusione dell’epidemia Covid-19. Le risorse complessivamente stanziate sono il risultato di una campagna interna di raccolta fondi denominata “Uniti oltre le attese”, il cui ricavato ha raggiunto 2,4 milioni di euro, e delle donazioni già deliberate nelle scorse settimane. L’alta direzione e il top management del Gruppo hanno devoluto una quota della retribuzione variabile riferita al 2019, mentre il Presidente e i componenti del Consiglio di Amministrazione di BPER Banca hanno deciso di ridurre i propri compensi. Tutto il personale, inoltre, è stato invitato a contribuire all’iniziativa, su base volontaria, scegliendo di donare, secondo la sensibilità dei singoli, giornate di ferie o una parte dello stipendio. La cifra così raccolta è stata quindi raddoppiata, su proposta dell’Amministratore delegato Alessandro Vandelli e con il consenso del CdA, grazie alla partecipazione diretta di BPER Banca.

02/05/2020 Gruppo BPER sottoscrive il protocollo SACE

Il Gruppo BPER ha sottoscritto con SACE il protocollo di collaborazione che formalizza l’adesione a “Garanzia Italia”, lo strumento straordinario introdotto per sostenere la concessione di finanziamenti alle imprese danneggiate dall’emergenza Covid-19 con a garanzia di SACE e la controgaranzia dello Stato, come previsto dal Decreto Liquidità dell’8 aprile scorso.

07/04/2020 Polizza Sanitaria? Arriva il videoconsulto sul Covid

I clienti BPER Banca che hanno sottoscritto una polizza assicurativa sanitaria (le cui coperture sono già state estese) possono accedere a una visita da remoto, in video. Si prenota al numero verde 800822479: l’operatore verificherà la disponibilità dello specialista nel giorno e nell’orario richiesto dal paziente e invierà allo stesso un link per l’attivazione del videoconsulto. Grazie a questo strumento il cliente potrà ricevere assistenza e ottenere, se necessario, un certificato per acquistare i farmaci. Tutti i clienti interessati saranno avvisati con un sms o un’email con tutte le informazioni sulla nuova modalità di relazione e le istruzioni utili per prenotare la visita.

24/03/2020 1 miliardo per la liquidità delle imprese

BPER Banca stanzia all’interno del progetto “BPER Banca per l’Italia” un nuovo plafond di 1 miliardo di euro per le esigenze di liquidità delle imprese clienti. Le aziende possono scegliere tra prestito aziendale o affidamento in conto corrente. Il prestito aziendale prevede una durata massima di 18 mesi, con preammortamento di 6 mesi senza spese di istruttoria; l’affidamento di conto corrente ha durata massima di 12 mesi e viene messo a disposizione su un conto senza commissione.

11/03/2020 Primi 100 milioni per privati e imprese

BPER Banca ha reso disponibile una prima tranche di 100 milioni di euro del “Plafond BPER Banca per l’Italia” per finanziare i clienti (privati, liberi professionisti, artigiani, commercianti, piccoli operatori economici e PMI) colpiti dall’emergenza COVID-19. Le condizioni del finanziamento sono agevolate: non sono previste spese di istruttoria e la durata è di 36 mesi.

Per i clienti privati che hanno subito danni diretti o indiretti è possibile richiedere la sospensione delle rate fino a 12 mesi, optando tra la sospensione dell’intera rata e quella della sola quota capitale. Le imprese possono richiedere la sospensione delle rate dei finanziamenti, per un massimo di 12 mesi, oppure allungarne la scadenza, attraverso il ricorso all’Accordo per il Credito 2019 previsto dall’ABI. La misura è valida per le aziende che hanno subito danni diretti o indiretti.

Ai residenti nei Comuni della Zona Rossa definita dal DPCM del 23 febbraio 2020 è data la possibilità di chiedere la sospensione delle rate dei medesimi mutui fino a un massimo di 6 mesi, optando tra la sospensione dell’intera rata e quella della sola quota capitale. Nella stessa zona per le imprese titolari di mutui chirografari, ipotecari o contratti di leasing connessi alla gestione di attività di natura commerciale ed economica, anche agricola, in relazione alla quale risulti la sede operativa nei Comuni della cosiddetta “Zona Rossa” definita dal Decreto del 23 febbraio scorso, possono chiedere la sospensione delle rate dei medesimi finanziamenti fino ad un massimo di 6 mesi, optando tra la sospensione dell’intera rata e quella della sola quota capitale. La misura si estende anche ai canoni di leasing con Sardaleasing.

Per le imprese, come sostegno alle esigenze di liquidità, sono introdotte linee di credito a breve termine, assistite dalla garanzia dello Stato con coperture fino all’80%, per importi fino a 1 milione di euro in forma di fidi di cassa, smobilizzo crediti e anticipo fatture.

07/05/2020 Sospesi i pagamenti dei premi di 3 polizze a clienti Small Business e Imprese

BNL e BNP Paribas Cardif sospendono temporaneamente l’addebito dei premi per le polizze “BNL Infortuni Business”, “BNL Key Manager” e “BNL Formula Continua” attive al 31 marzo 2020. L’iniziativa è valida per i pagamenti relativi ai mesi di maggio, giugno e luglio 2020. Le coperture assicurative rimarranno pienamente operative anche durante il periodo di sospensione degli addebiti dei premi mensili o annuali e continueranno a tutelare le imprese, gli imprenditori e i lavoratori in caso di sinistro. I pagamenti ripartiranno poi da agosto 2020 con la stessa periodicità precedentemente scelta in fase di sottoscrizione. In caso di addebito mensile, le rate sospese verranno recuperate, con tre singoli pagamenti, nel mese di dicembre. Qualora, invece, la periodicità sia annuale, il recupero dipenderà dal mese in cui è previsto il rinnovo: se è a maggio l’addebito avverrà ad agosto; per giugno il pagamento avverrà a settembre; se a luglio si passerà ad ottobre. Qualora il cliente, per propria scelta o diversa esigenza, decidesse di non voler usufruire di questa agevolazione, potrà contattare il proprio Gestore BNL di riferimento o il servizio clienti di BNP Paribas Cardif.

23/03/2020 BNL e Cardif: estese le garanzie della polizza Unica

 BNL e BNP Paribas Cardif hanno ampliato gratuitamente e sull’intero territorio nazionale alcune garanzie della polizza salute “Unica BNL” anche a quegli assicurati che dovessero essere costretti a quarantena domiciliare a seguito di positività al virus, oltre che per ricovero ospedaliero. Ai cliente positivo in isolamento domiciliare viene riconosciuta un’indennità forfettaria di 400 euro, che scendono a 200 euro per gli assicurati minorenni. In caso di ricovero in terapia intensiva è prevista un diaria di 160 euro al giorno per un massimo di 3 settimane. Le due coperture aggiuntive “diaria da terapia intensiva” ed “indennità da quarantena” sono attive con una validità di due mesi dallo scorso 16 marzo per quei clienti già titolari della polizza Unica BNL, che abbiano acquistato le garanzie “spese mediche” e “clinica privata”.

Le imprese clienti di BNL BNP Paribas possono chiedere per 6 mesi la sospensione della quota capitale delle rate mensili o della rata semestrale del finanziamento a breve e medio termine in regolare ammortamento: dopo avere ricevuto una comunicazione da parte della Banca, l’impresa può contattare il proprio gestore per le informazioni e per verificare la fattibilità dell’operazione. Informazioni anche online su www.bnl.it 

Anche Artigiancassa ha messo a disposizione delle linee di credito dedicate per fare fronte a una eventuale carenza di liquidità nel periodo di emergenza. I punti di consulenza Artigiancassa Point sono disponibili per la consulenza a distanza per rispondere alle domande degli imprenditori: a disposizione gli specialisti di Artigiancassa e delle Confederazioni partecipanti alla Banca.

14/04/2020 Parte la raccolta fondi per la Protezione Civile

Il Gruppo Credem promuove una campagna di raccolta fondi aperta a tutti per essere a fianco di pazienti e personale sanitario nella lotta al Coronavirus. La raccolta supporterà la Protezione Civile su iniziative specifiche, come l’acquisto di ventilatori, respiratori polmonari e attrezzature per l’allestimento di sale per la terapia intensiva su tutto il territorio nazionale. L’iniziativa fino al 30 aprile vedrà una promozione sulla stampa nazionale e mezzi online. Sarà possibile per chiunque partecipare con bonifici effettuati sia attraverso conti su altri istituti, sia attraverso versamenti da conti di banche del Gruppo (questi ultimi esenti da commissioni e spese). L’istituto raddoppierà l’importo complessivo proveniente da conti del Gruppo Credem, fino a un milione di euro.

L’IBAN per la raccolta è IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387, intestato alla Protezione Civile con causale “Donazione con Gruppo Credem per lotta al covid 19”.

07/04/2020 7 miliardi di plafond

Credem ha stanziato un plafond di 5 miliardi di euro di finanziamenti per sostenere famiglie ed imprese nell’attuale situazione di emergenza, sono potenzialmente interessate 400mila famiglie e 20mila aziende in tutta Italia. Le richieste di adesione alle moratorie previste dal DL Cura Italia per le imprese possono essere inviate a distanza, così come quelle per l’adesione al Fondo di Solidarietà per agevolare le famiglie nel pagamento dei mutui legati all’abitazione principale. È stato stanziato un plafond di 2 miliardi di euro per la sospensione di mutui e leasing per 12 mesi in applicazione del nuovo Accordo ABI per il Credito” con erogazione a distanza e semplificando le formalità. Al plafond di nuovi finanziamenti, per le imprese, Credem affianca inoltre un plafond di 2 miliardi di euro per la sospensione di mutui e leasing per 12 mesi in base a quanto previsto dal DL Cura Italia e dall’Accordo ABI per il Credito aziende di qualsiasi dimensione, attivabile a distanza via PEC o mail.

30/03/2020 Credemassicurazioni: estese le coperture

Credemassicurazioni (Ramo Danni, pariteticamente partecipata dal Gruppo Credem e da Reale Mutua Assicurazioni) estende le coperture previste per i ricoveri anche alla quarantena presso l’abitazione imposta a seguito di tampone positivo per il Coronavirus. Le nuove condizioni sono gratuitamente estese a circa 90mila clienti.

Credem promuove la videoconsulenza

Proprio per limitare lo spostamento in filiale, Credem sta comunicando ai propri clienti le modalità per accedere alla consulenza video da remoto con il personale della banca. Il servizio è a disposizione sia dei clienti impossibilitati a muoversi sia di quelli che per qualunque ragione preferiscono stare a casa.  Il 27 febbraio Credem ha comunicato che le famiglie residenti nella cosiddetta “zona rossa” (comuni identificati da apposito decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23/2/2020), titolari di mutui ipotecari possono richiedere la sospensione della quota capitale o dell’intera rata del mutuo fino ad un massimo di tre mesi.  La domanda di sospensione, fermo restando la regolarità del piano dei pagamenti, dovrà essere presentata alla filiale di riferimento anche tramite strumenti di comunicazione a distanza, come la posta elettronica. Questa misura non comporterà alcun costo aggiuntivo né interessi di mora: gli interessi maturati durante il periodo di sospensione saranno corrisposti alla ripresa dei pagamenti e saranno distribuiti in parti uguali sulle rate residue del finanziamento. 

11/05/2020 Il Gruppo dona 2,2 milioni di euro contro il Covid-19

Banca di Asti e Biver Banca hanno stanziato 2,2 milioni di euro per far fronte alle conseguenze sanitarie e sociali della pandemia Covid-19. Una somma raggiunta a livello di Gruppo grazie alla generosità di tutto il personale e alla sensibilità dei Consigli di Amministrazione delle Banche del Gruppo che ne hanno raddoppiato l’importo destinando l’intervento alle strutture operanti nei territori di riferimento che quotidianamente fronteggiano le conseguenze dell’emergenza: oltre 1 milione di euro è assegnato a supportare il sistema sanitario, 750 mila euro sono devoluti a progetti di carattere sociale e il restante a iniziative sul territorio. Per la parte sanitaria, i beneficiari sono gli ospedali di Asti, Biella e Vercelli e l’Associazione Amici dell’Ospedale di Biella Onlus; per la componente sociale la Caritas Italiana e la Fondazione Specchio dei Tempi Onlus e per la parte economico/sociale il Patto di Comunità per la ripresa di Vercelli e il Bando “Ripartiamo Insieme” per emergenza Covid-19 dell’area Biellese.

24/04/2020 Gruppo Cassa di Risparmio di Asti sospende le rate mutui per tutti i clienti privati

A integrazione delle misure governative relative alla moratoria sui mutui con l’accesso al Fondo di Solidarietà Mutui Prima Casa (il cosiddetto Fondo Gasparrini), Banca di Asti e Biver Banca hanno varato un’ulteriore iniziativa a favore dei clienti per affrontare l’emergenza Covid-19. Tutti gli intestatari di mutuo ipotecario Casanova possono chiedere la sospensione delle rate del mutuo in scadenza fino al 30 settembre 2020, a condizione che non siano state ancora pagate alla data di presentazione della domanda. L’iniziativa è offerta dalle Banche a tutta la clientela e non richiede l’evidenza dello stato di difficoltà derivante dalla pandemia. I clienti interessati all’iniziativa possono manifestare il loro interesse contattando via e- mail la propria filiale per avviare il processo di richiesta della moratoria. La sospensione delle rate non determina alcun costo aggiuntivo per i clienti; al termine del periodo di sospensione, riprenderà l’ammortamento del mutuo con allungamento pari alla durata del periodo di sospensione.

10/04/2020 Accordo per l’anticipo degli strumenti di sostegno al reddito in Provincia di Asti

Grazie a un accordo con Sindacati, Associazioni e Organizzazioni delle diverse categorie e dei consulenti del lavoro, le banche del Gruppo concedono ai clienti già titolari di un conto corrente ordinario operativo, e in presenza dei presupposti relativi, un’anticipazione dei trattamenti di integrazione al reddito previsti dall’accordo ABI, previsti dal Decreto Legge “Cura Italia” rispetto al momento di pagamento dell’INPS. In considerazione delle finalità e della valenza sociale dell’iniziativa il Gruppo non addebiterà costi per oneri o interessi ai beneficiari dell’anticipazione fatto salvo eventuali oneri addebitati in qualità di sostituto d’imposta. Il Gruppo è aperto alla valutazione di accordi bilaterali con la Regione Piemonte sempre in tema di anticipazioni di ammortizzatori sociali legati al Covid-19. L’accordo nasce da una richiesta di CGIL, CISL e UIL con l’immediata convocazione di un tavolo di lavoro da parte del Sindaco di Asti, Maurizio Rasero. 

08/04/2020 Nuove agevolazioni per i sottoscrittori di Salutissima

Banca di Asti, insieme a Fondo Assistenza e Benessere, Società di Mutuo Soccorso, attiva tutele e agevolazioni straordinarie a favore dei clienti delle Banche del Gruppo che sottoscrivono un Programma Benessere Salutissima nel corso del mese di aprile. L’iniziativa si aggiunge a quella già predisposta a favore degli attuali Assistiti. Per tutti coloro che sottoscrivono un Programma Benessere entro il 30/4/2020 le coperture decorrono dal giorno successivo a quello di sottoscrizione e non dal primo giorno del mese seguente, per patologia da Covid-19 e in caso di infortuni. Per le due evenienze è quindi escluso il periodo di carenza. I primi 5 mesi di copertura saranno gratuiti: il pagamento della quota associativa partirà da ottobre 2020.
Misure per famiglie: prestiti personali e mutui

I clienti titolari di prestiti personali “Erbavoglio” possono chiedere lo slittamento del pagamento delle rate (quota capitale e quota interessi) per un massimo di 6 rate. I titolari di mutui ipotecari “Casanova” possono aderire ai benefici del Fondo di Solidarietà Prima Casa – il cosiddetto Fondo Gasparrini – che prevede la sospensione del pagamento delle rate al verificarsi di situazioni di temporanea difficoltà. In conseguenza dell’emergenza sanitaria tale possibilità è estesa anche ai lavoratori dipendenti che sono stati oggetto di sospensione dal lavoro o riduzione dell’orario per più di 30 giorni. La possibilità di chiedere la sospensione delle rate dei mutui ipotecari è inoltre estesa anche ai lavoratori autonomi e liberi professionisti che autocertifichino di aver subito una riduzione del fatturato, rispetto all’ultimo trimestre 2019, superiore al 33%. Le filiali della banca possono essere contattate telefonicamente o via e-mail. Il modulo è disponibile online.

Novità anche per le polizze RC Auto, che potranno essere pagate entro 30 giorni dalla scadenza e non più entro 15. 

Richiesta telematica per la sospensione delle rate

Attivo il servizio di richiesta a distanza della sospensione delle rate di prestiti, mutui e altri finanziamenti, Gli imprenditori che desiderano aderire alla moratoria prevista dal Decreto Cura Italia potranno inoltrare la richiesta per via telematica, senza recarsi in filiale, nel rispetto delle regole per contenere la diffusione del contagio. Il modulo è disponibile online e va inviato via PEC, scansionato, insieme a documento di identità del sottoscrittore in corso di validità.

03/03/2020 Plafond straordinario per Salutissima

Un plafond di 100.000 euro è stato stanziato (in via straordinaria ed eventualmente incrementabile) a sostegno di coloro che hanno sottoscritto la Carta dei Servizi per la Famiglia – Salutissima di Banca di Asti. Misure completamente gratuite secondo i principi di solidarietà e mutualità del fondo assistenza sanitaria FAB SMS. Salutissima mette a disposizione degli assistiti con Garanzia “Indennità di ricovero” una diaria giornaliera maggiorata del 25% in caso di ricovero per Covid-19 e un forfait (500 euro per nucleo famigliare, 250 euro per i single) in caso di quarantena obbligatoria in seguito a tampone positivo. In caso di decesso dovuto a Covid-19 si può optare in alternativa per un forfait da 5.000 euro. Per i programmi che non prevedono la Garanzia “Indennità da Ricovero” sono previsti il forfait per quarantena obbligatoria (dopo tampone positivo) e il forfait in caso di decesso.

09/04/ 2020 Amissima e Banca Carige, supporto finanziario alla Rete

Banca Carige ha lanciatoun prestito-ponte per le piccole aziende ed i lavoratori autonomi che rappresenta una forma importante di supporto finanziario alla rete agenziale di Amissima per far fronte all’emergenza sanitaria in corso. Gli Agenti Amissima potranno richiedere a Banca Carige un prestito d’onore fino a 5.000 euro, senza garanzie, a tasso zero, rimborsabili in 12 mesi, dopo 6 mesi di preammortamento. Il prestito è strutturato in modo tale da consentire all’imprenditore di disporre immediatamente della cifra necessaria a far fronte alle necessità più urgenti per poi programmarne la restituzione a partire da settembre 2020, quando ci si augura le attività saranno ripartite regolarmente. In alternativa al finanziamento rateale, è previsto, sempre per l’importo di 5.000 euro e a tasso zero, anche un’apertura di credito in conto corrente rimborsabile con flessibilità entro 18 mesi. L’iniziativa è rivolta sia agli Agenti e Subagenti già clienti Carige, per i quali è previsto un iter di attivazione completamente da remoto, sia per gli intermediari non clienti i quali potranno contattare la filiale Carige più vicina per maggiori informazioni e fissare un appuntamento.

26/03/2020 Banca Cesare Ponti per il San Raffaele

Banca Cesare Ponti ha effettuato una donazione diretta all’Ospedale San Raffaele per sostenerlo nella lotta al Covid-19. Il contributo verrà destinato all’acquisto di apparecchiature scientifiche. Non è stato comunicato l’ammontare della donazione.

19/03/2020 Banca Carige: prestiti d’onore per PMI e autonomi

Banca Carige propone a piccole e micro imprese e a lavoratori autonomi prestiti d’onore e aperture di credito a tasso zero a rapida erogazione ricorrendo a istruttorie online che compatibilmente con la documentazione da acquisire, limitando al massimo o escludendo la necessità di contatti fisici e spostamenti. Banca Carige ha deliberato di offrire un prestito d’onore di ammontare fino a 5.000 euro, a tasso zero, rimborsabili in 12 mesi dopo 6 mesi di pre-ammortamento. Il prestito, vero e proprio finanziamento-ponte per l’emergenza, è strutturato quindi in modo tale da consentire all’imprenditore di disporre immediatamente della cifra necessaria a far fronte delle necessità più urgenti per poi programmarne la restituzione a partire da settembre 2020, quando ci si augura le attività saranno ripartite regolarmente.

In alternativa al finanziamento rateale per le aziende in difficoltà Banca Carige ha previsto, sempre per l’importo di 5.000 euro e a tasso zero, anche un’apertura di credito in conto corrente, strumento gradito a tanti operatori e rimborsabile con flessibilità entro 18 mesi.

17/03/2020 150mila euro per gli ospedali liguri

Banca Carige ha donato 150mila euro sul conto corrente che la Regione Liguria ha attivato in Carige per una sottoscrizione per le strutture sanitarie liguri impegnate contro l’epidemia di Coronavirus.

L’IBAN per il bonifico è IT 36 F 06175 01406 000002857680, il conto è intestato alla Regione Liguria, la causale da indicare “Regione Liguria – sostegno emergenza Coronavirus”.

20 milioni per le imprese

Banca Carige ha stanziato 20 milioni di euro a sostegno delle imprese che hanno subito danni economici dall’emergenza Coronavirus: permetteranno di concedere finanziamenti agevolate alle imprese, anche a quelle che non hanno sede nelle zone rosse, se hanno subito danni dal rallentamento delle attività in seguito all’emergenza Co-Vid-19.  I clienti privati residenti nella zona rossa e le imprese con sede legale od operativa in queste zone potranno richiedere la sospensione per tre mesi delle rate dei finanziamenti in essere, per la sola quota capitale o per l’intera rata, con possibilità di ulteriore proroga di tre mesi in relazione alla durata dell’emergenza. Anche Banca Carige ha adottato modalità di lavoro per limitare gli spostamenti, sospendendo tutte le attività che implicano aggregazione, dalle riunioni ai convegni ai corsi. In banca è stato istituito un presidio di monitoraggio costante formato dal Medico Competente del Gruppo, dal Delegato Aziendale della Sicurezza e dal Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione. Banca Carige non ha né filiali né dipendenti nella zona rossa.

04/04/2020 100mila euro agli ospedali ASST Garda

Banca Valsabbina ha donato100mila euro per supportare l’attività degli ospedali di Manerbio, Gavardo e Desenzano che fanno capo alla ASST del Garda. La somma è stata già consegnata alla ASST del Garda e potrà essere utilizzata dai nosocomi interessati. Questa donazione fa seguito all’adesione da parte della banca alla campagna di crowdfunding #aiutiAMObrescia, in favore delle strutture ospedaliere bresciane.

Per le esigenze di liquidità delle imprese già clienti, Banca Valsabbina offre la possibilità di sottoscrivere il Mutuo Serenità, per importi fino a 250mila euro ed una durata di 60 mesi (di cui 12 di preammortamento) e Mutuo Smart per importi fino a 500mila euro, durata 48 mesi (di cui 6 di preammortamento) a condizioni particolarmente agevolate e con garanzia del Medio Credito Centrale.

26/03/2020 Anticipo crediti per i fornitori ASL, strutture ospedaliere e protezione civile

Banca Valsabbina anticipa i crediti verso la P.A. alle aziende che durante l’emergenza Covid-19 hanno concluso contratti di fornitura con ASL, strutture ospedaliere e Protezione Civile. Il servizio è già disponibile per tutti i clienti dell’Istituto, ma potrà essere utilizzato da tutte le imprese che vorranno farne richiesta, anche non clienti. La cessione dei crediti verrà perfezionata per il tramite di un veicolo ex legge 130 finanziato da Banca Valsabbina, il quale acquisterà i crediti vantati verso gli enti pubblici, comprese le aziende partecipate dalla PA, per un importo nominale minimo pari a 30mila euro per debitore. Le imprese avranno così la possibilità di cedere a titolo definitivo (pro soluto) i propri crediti a condizioni vantaggiose e in tempi rapidi, riducendo i ritardi nei pagamenti e ottimizzando il proprio flusso di cassa.

11/03/2020 Smart working e crowdfunding

Ecco le iniziative di Banca Valsabbina. Un piano straordinario per lo smart working è stato implementato per i dipendenti e non viene esclusa la chiusura temporanea di filiali per sanificare gli ambienti. La Banca ha aderito alla moratoria ABI per le PMI, sospendendo le rate dei finanziamenti per 12 mesi: valutabili poi con aziende e famiglie misure contingenti per le difficoltà incontrate. La clientela viene indirizzata verso self banking e pagamenti digitali: il prelievo agli ATM di tutte le banche sul territorio italiano non prevede commissioni. Agli over 65 vengono attivate subito carte di debito a canone gratuito per 12 mesi. 

Banca Valsabbina ha aderito alla campagna di crowdfunding #aiutiAMObrescia con una donazione di 300mila euro alla Fondazione Comunità Bresciana Onlus, che destinerà i contributi alle strutture ospedaliere bresciane.

08/05/2020 Già processate 700 richieste di prestito su 900

In corso da parte della Caricento le prime erogazioni alle imprese che hanno richiesto il finanziamento fino a 25mila euro. Entro metà della settimana che inizia l’11 maggio si stima un’erogazione di 1 milione di euro. Le filiali della Cassa hanno ricevuto oltre 900 richieste da parte degli imprenditori e ne sono già state processate quasi 700. Il taglio medio delle operazioni si aggira intorno ai 20 mila euro. Per quanto riguarda le domande di moratoria, sono quasi 1.200 le domande già lavorate dalla Cassa. Iniziate anche le erogazioni relative agli anticipi sulla
cassa integrazione.

28/04/2020 Quasi mille pratiche approvate

Al 28 aprile 2020 sfiorava quota 1.000 il numero delle pratiche di moratoria approvate dalla Cassa di Risparmio di Cento nell’ambito del Decreto-Cura Italia. Di queste, 854 sono richieste presentate da piccole e medie imprese dei territori in cui opera la Cassa. Le richieste sugli anticipi della cassa integrazione che sono passate in pochi giorni a un totale di 258. Il mese scorso la Cassa ha infatti confermato l’adesione al Protocollo d’Intesa con la Regione Emilia-Romagna per procedere all’anticipo delle mensilità di stipendio ai clienti che ne facessero domanda.

25/04/2020 Un team per accelerare le erogazioni

La Cassa di Risparmio di Cento ha riunito un team dedicato ad accelerare le erogazioni e far fronte alle nuove pratiche che arrivano ogni giorno. Solo nel corso dell’ultima settimana sono state processate quasi 200 richieste di moratoria che si sommano a quelle già pervenute per un totale di 1.400 pratiche e oltre 200 milioni di euro di debito residuo congelato. La Cassa ha inoltre deciso di estendere la possibilità di richiedere la sospensione della quota capitale o dell’intera rata dei mutui prima casa anche a chi non possiede i requisiti per l’accesso al Fondo di Solidarietà. Le richieste di finanziamenti sotto ai 25 mila euro continuano ad aumentare (vedi dati comunicati il 21 aprile, poco più sotto) pertanto il Consiglio di Amministrazione ha autorizzato la creazione di un team dedicato nella sezione Crediti che lavorerà per garantire erogazioni veloci. Crescono, infine, le richieste per gli anticipi relativi alla cassa integrazione che nel giro di pochi giorni sono aumentate del 100%.

24/04/2020 Internet banking attivato a distanza e teleconferenza

Cassa di Risparmio di Cento mette a disposizione della clientela la possibilità di effettuare direttamente da casa molte delle operazioni che si richiedono in filiale. Infatti, grazie a quanto previsto dall’art.4 del D-L 23 dell’8 aprile 2020, che consente di semplificare la conclusione dei contratti nel rispetto dei requisiti previsti dalla normativa vigente, da lunedì 27 aprile è possibile attivare a distanza il servizio di internet banking per tutti i clienti che non l’avessero mai richiesto. La Cassa ha predisposto procedure online sicure anche per altre tipologie di operazioni. La Cassa ha adottato un sistema di videochiamate per gestire le riunioni interne e per rimanere in contatto con i clienti. Al di fuori della rete internet le filiali continuano a ricevere la clientela su appuntamento. Caricento ha subito installato appositi plexiglass nelle postazioni di cassa e consulenza per rendere più sicuri i contatti. Nell’ultima settimana le richieste di appuntamento sono in forte aumento: la rete è impegnata nella lavorazione delle pratiche relative al Decreto Liquidità e al Decreto Cura Italia.

21/04/2020 1.200 domande di moratoria e 800 richieste di liquidità ricevute

Cassa di Risparmio di Cento comunica di avere ricevuto, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, 1.200 richieste di moratoria da privati e imprese di ogni dimensione, in riferimento alle disposizioni del Decreto Cura Italia: la Cassa ha già processato positivamente più di 700 richieste. Al momento sono state sospese rate fino al 30 settembre 2020 relative a 190 milioni di euro di debiti residui di finanziamenti sottoscritti da privati, PMI, lavoratori autonomi, ditte individuali ed imprese. Per quanto riguarda le richieste di liquidità fino a 25.000 euro che rientrano nel perimetro del Decreto Liquidità, sono già pervenute oltre 800 domande che il personale dedicato sta lavorando per erogare in tempi celeri. Le richieste per gli anticipi relativi alla cassa integrazione sono al momento poche decine. È stata attivata una specifica procedura “a distanza” che consente agli interessati di presentare domanda con modalità virtuale e senza necessità di presentarsi in filiale.

09/04/2020 30mila euro al Comune di Cento

La Cassa di Risparmio di Cento ha donato 30 mila euro al Comune di Cento per la lotta contro il Covid-19. Il contributo, approvato dal Consiglio di Amministrazione della Cassa, è stato utilizzato dal Comune di Cento per fronteggiare l’emergenza sanitaria acquistando 3 macchine che consentono la sanificazione degli ambienti e 5.000 mascherine FFP2 che saranno distribuite ai medici di base e ai pediatri dell’Alto Ferrarese già da oggi.

15/04/2020 Nuova donazione per 400mila euro 

 Dopo avere lanciato una campagna di raccolta fondi interna tra i dipendenti italiani, che la banca ha poi raddoppiato e destinato a Croce Rossa, ING Italia si è attivata per fare di più individuando tre progetti con un impatto nel brevissimo periodo e che il Gruppo Olandese ha deciso di sostenere con ulteriori 400mila euro. ING ha sostenuto la Fondazione Buzzi per l’Ospedale dei Bambini con l’acquisto di due broncoscopi e due ecografi per i reparti rianimazione dell’Ospedale Buzzi e Demarchi-Mangiagalli attualmente riconvertiti per la cura degli adulti colpiti dal Covid-19 e due ecografi per la sala parto dell’Ospdale Sacco dedicata alle donne in dolce attesa e positive al coronavirus. Alla Fondazione Humanitas per la Ricerca ha donato 5 ventilatori polmonari e farmaci anti-retrovirali e anti-malarici (gli unici in grado di indebolire il virus in questo momento), e di Croce Rossa Italiana, fornendo 16.000 mascherine FFP3, 4.700 guanti di lattice e 2 barelle ad alto biocontenimento.

23/03/2020 in smart working il 90% delle risorse

Sotto l’hashtag #noicisiamo ING lancia una raccolta fondi a favore della Croce Rossa Italiana. La banca raddoppierà l’importo donato dal personale. Il 90% delle risorse opera in smart working e la banca ha attivato una copertura sanitaria straordinaria per chi presidia le attività della sede e delle filiali.

23/03/2020 Liquidità, finanziamenti e formazione online

Banca Etica ha previsto un pacchetto di misure per famiglie, liberi professionisti e imprese il cui reddito sarà danneggiato dal periodo di emergenza. A integrazione delle misure previste dal DPCM Cura Italia imprese e organizzazioni possono chiedere la sospensione di mutui e canoni di leasing fino al 30 settembre 2020: sarà prossimamente disponibile un processo digitale di gestione delle richieste. Per le imprese socie e creditizie, previa valutazione, è disponibile una linea di credito per fabbisogni di liquidità fino a 36 mesi: lo scoperto può arrivare fino al 20% dell’accordato complessivo in essere, con un importo minimo di 10mila euro, non prevede spese di istruttoria e avrà un tasso minimo Euribor +1,30%. Le PMI sociali, da definizione UE, possono accedere alla garanzia europea EASI, che copre fino all’80% dell’investimento. PMI e professionisti che ne hanno i requisiti possono chiedere un nuovo mutuo fino a 25mila euro con garanzia all’80% del Fondi centrale di garanzia.

I privati titolari di mutuo o prestito personale possono sospendere il pagamento della rata o della sola quota capitale fino a 6 mesi. I beneficiari devono essere in bonis e possono autocertificare una situazione di difficoltà legata al Covid-19.

Ai fornitori, Banca Etica garantisce il pagamento immediato delle fatture.

Banca Etica, in collaborazione con Produzioni dal Basso, Gruppo Assimoco ed Etica sgr offre formazione gratuita a distanza al sito https://www.attiviamoenergiepositive.it/

09/05/2020 Accordo con Friulia

Rafforzata la convenzione tra CiviBank e Friulia per erogare finanziamenti a tasso agevolato con durata fino a 72 mesi alle micro e piccole imprese della regione: la durata massima prevista in precedenza era di 36 mesi. I finanziamenti beneficeranno di 4 milioni di euro di dotazione messi a disposizione da Friulia a titolo gratuito. La maggior durata dei prestiti è riconosciuta per tutte le erogazioni fino a 25 mila euro effettuate entro il 31 dicembre 2020. L’aggiornamento della Convenzione rientra nel piano di sostegno alle micro e piccole imprese portato avanti da Friulia con il supporto di CiviBank, grazie alla formula del Liquidity Facility. Con questo strumento, CiviBank al 31 marzo ha effettuato finanziamenti pari ad oltre 1,2 milioni di euro (con un taglio medio di circa 45mila euro ciascuno) a 27 diverse micro imprese regionali.

07/04/2020 Primo plafond di 20 milioni per le imprese e task force informativa 

In vista dell’imminente avvio della Fase 2 dell’emergenza Covid-19, il cda di Civibank presieduto da Michela Del Piero ha stanziato un primo plafond di 20 milioni di euro per sostenere i comparti produttivi del Nordest messi a dura prova dalle restrizioni adottate dal Governo per fronteggiare la pandemia. Alle misure di sospensione previste dal DL 18/2020 e dall’Accordo Abi per il Credito si affianca un primo plafond a cui potranno accedere le aziende appartenenti a tutti i settori economici allo scopo di consentire loro, superate le difficoltà contingenti, di ripartire il prima possibile. CiviBank ha allestito una squadra di specialisti con l’obiettivo di supportare le filiali nel trasmettere e veicolare in maniera efficace alla clientela privata, alle imprese e alle categorie datoriali tutte le misure di sostegno che Regione, Stato ed UE stanno predisponendo.

20/03/2020 50mila euro per l’Ospedale di Udine

Civibank Banca di Cividale prevede, per le imprese, la possibilità di sospensione totale delle rate fino al 30 settembre 2020, non possibile ricorso successivo alla sospensione o allungamento della durata, senza oneri accessori per i clienti e con minori formalità di gestione di pratiche e garanti. Forme di sospensione delle rate sono previste anche per i clienti privati, per mutui ipotecari e credito al consumo. Sul sito della banca sono disponibili aggiornamenti. Il CdA ha deliberato un contributo di 50mila euro alla raccolta fondi promossa da Confindustria Udine a sostegno del Dipartimento di Anestesia e Rianimazione del capoluogo friulano. 

16/03/2020 Iter accelerato per le richieste di sospensione

Banca di Cividale ha predisposto un iter accelerato e semplificato per le richieste di sospensione del rimborso della quota capitale dei finanziamenti per un periodo fino a 12 mesi per le PMI. Le richieste possono essere presentate fino al 31/12/2020: il modulo è richiedibile alle filiali, anche tramite email, ma è sicuramente consigliabile scaricarlo dal sito civibank.it

07/03/2020 Misure per i liberi professionisti

Civibank e Confidi Friuli hanno annunciato un accordo per offrire ai liberi professionisti un finanziamento a breve termine per fornire liquidità e affrontare le scadenze, in un momento di possibile calo, anche importante, del lavoro. I finanziamenti, di importo fino a 20mila euro, potranno essere coperti dalla garanzia di Confidi Friuli fino al 70%. Le strutture di Confidi Friuli e Civibank sono a disposizione per la compilazione delle pratiche. Questa misura si aggiunge a quelle già in essere per le PMI alle prese con l’emergenza Coronavirus.

09/03/2020 Il Credito Valtellinese ha previsto che dal 9 marzo e per 12 mesi tutte le famiglie potranno richiedere la sospensione della quota capitale dei mutui ipotecari; analogamente le imprese potranno ottenere la sospensione della medesima quota – fino a un massimo 12 mesi per i mutui ipotecari e chirografari con durata superiore a 18 mesi e fino a un massimo di 6 mesi per i mutui chirografari con durata inferiore a 18 mesi, nonché l’allungamento della durata – fino a un massimo di 120 giorni – delle cambiali agrarie.

02/04/2020 Donazione di 100mila dollari al Ca’ Granda di Milano

Citi dona 100mila dollari alla Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, una delle strutture sanitarie che sta affrontando in prima linea l’emergenza Covid-19. La donazione servirà all’acquisto di dispositivi e strumentazione per le nuove aree di terapia intensiva. 

27/03/2020 Sostegno ad ANPAS

FCA Bank e la sua controllata Leasys a supporto di ANPAS, l’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze. Leasys ha messo a disposizione dei volontari dei mille presìdi di associazioni iscritte ad ANPAS 130 vetture appartenenti alla propria flotta, per aiutare a contrastare l’emergenza sanitaria e consegnare farmaci, pasti e beni di prima necessità ai cittadini che non possono spostarsi da casa. Oppure per consegnare tamponi agli ospedali e spostare il personale impegnato nelle operazioni.

20/03/2020 300 vetture e 5 ambulanze per la CRI

FCA Bank e la sua controllata Leasys mettono a disposizione della Croce Rossa Italiana una flotta di 300 vetture Fiat e Jeep e 5 ambulanze a biocontenimento su base Fiat Ducato per contribuire a contrastare l’attuale emergenza sanitaria. I volontari della Croce Rossa potranno utilizzarli nelle azioni quotidiane di consegna della spesa e dei farmaci nelle città italiane alle persone più fragili che in questo momento hanno bisogno di assistenza. La Croce Rossa Italiana sta garantendo soccorso, supporto logistico, sanitario, psicologico e il trasporto in sicurezza dei casi che necessitano ospedalizzazione o assistenza domiciliare.

06/04/2020 Moratoria sui mutui, snellimento delle procedure

Banca Progetto ha messo in campo una serie di misure per aiutare le imprese e famiglie clienti in tutto il territorio nazionale. Per le PMI Banca Progetto ha offerto a tutti gli imprenditori clienti in bonis la possibilità, in caso di difficoltà derivanti dall’emergenza in corso, di sospendere il pagamento delle rate dei mutui fino a 12 mesi, per la quota capitale o per l’intera rata (benefici che vanno oltre a quanto previsto dall’Accordo per le Imprese 2019 siglato dall’ABI). Questo strumento di flessibilità è stato attivato sin dai primi segnali di difficoltà della situazione economica, in anticipo rispetto alle misure del Decreto Cura Italia. Alle Imprese sono stati dati inoltre tutti gli strumenti per poter comprendere appieno la misura della sospensione e il suo funzionamento, sia attraverso una pagina sul sito dedicata sia attraverso il supporto della rete esterna di specialisti che è in continuo contatto con la Banca per recepire e gestire nel modo più appropriato e più veloce le diverse esigenze delle imprese clienti. La digitalizzazione nativa dei processi permette la piena operatività di processi di delibera e il perfezionamento dei finanziamenti con l’utilizzo della firma digitale. 

05/05/2020 IBL Banca: i dipendenti donano 2.592 ore di lavoro

Il Gruppo IBL Banca ha attivato al suo interno una raccolta fondi con la partecipazione del personale che ha donato l’equivalente di 2.592 ore lavoro alla Fondazione Banco Alimentare Onlus e l’Altra Napoli Onlus. L’importo raccolto è stato raddoppiato con una donazione da parte degli azionisti della Banca e dei consiglieri delle società del gruppo. L’intera somma pari a 80.000 euro è stata devoluta a Fondazione Banco Alimentare Onlus (60.000 euro), che opera a livello nazionale, e all’Altra Napoli Onlus (20.000 euro), attiva sul territorio partenopeo, per sostenere persone e famiglie che si trovano a fronteggiare, oltre all’emergenza sanitaria, l’emergenza economica che sta via via facendosi più stringente per molti. Circa l’80% del personale del Gruppo sta proseguendo la propria attività professionale tramite telelavoro, mentre l’operatività delle filiali è garantita tutti i giorni della settimana su appuntamento e nel rispetto delle indicazioni fornite dalle autorità. Particolare attenzione è stata posta nei confronti dei dipendenti con figli in età scolastica o con situazioni di immunodepressione. Per far fronte ai disagi dovuti alla sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole il personale può beneficiare di agevolazioni particolari quali flessibilità di orari, permessi retribuiti e rimborsi per le spese di baby-sitting sostenute.

05/05/2020 Pronto Pegno proroga la sospensione delle aste

ProntoPegno Monte dei Pegni del Gruppo Banca Sistema, comunica di aver sospeso almeno fino a ottobre 2020 le aste dei beni oggetto delle polizze scadute da dicembre 2019 o che scadranno fino ad agosto 2020: i pegni scaduti in tale periodo e non rinnovati o ritirati, non verranno pertanto messi all’asta almeno fino a ottobre 2020. Riprende invece il calendario aste a partire dai prossimi 18 e 19 maggio per la vendita dei beni oggetto di pegno relativi a polizze scadute fino al 30 settembre 2019. ProntoPegno ha deciso inoltre di prorogare di 52 giorni le polizze con scadenza originaria compresa tra il 9 marzo e il 30 aprile, non applicando in tale periodo interessi di mora. I clienti potranno comunque procedere al rimborso del finanziamento in qualunque momento, anche in via anticipata.

È disponibile, su Android e iOS, l’App ProntoPegno, un’applicazione che in fase di lancio era stata pensata per rispondere alle esigenze dei clienti che desideravano accedere al servizio del credito su pegno anche in modo virtuale e che oggi risulta più che mai utile per limitare gli spostamenti e contenere la diffusione del virus. L’App permette di chiedere e ottenere una valutazione preliminare non vincolante dei propri beni a distanza, tramite videochiamata. Tra le funzionalità è prevista inoltre la possibilità di prenotare un appuntamento presso gli sportelli, dove ci accede solo su appuntamento.

ProntoPegno: aste sospese

ProntoPegno (Gruppo Banca Sistema) ha previsto alcune misure a sostegno della clientela. Il calendario delle aste dei pegni scaduti è sospeso fino a nuova comunicazione: le polizze con scadenza dicembre 2018, gennaio, febbraio e marzo 2020 dei pegni scaduti e non rinnovati non verranno messi all’asta. La app ProntoPegno, oltre a rispondere alle domande dei clienti, permette tramite videochiamata di ottenere una valutazione preliminare dei beni a distanza. L’accesso agli sportelli fisici è possibile su prenotazione telefonica o via app. 

30/03/2020 finanziamenti a tasso zero e agevolazioni per le PMI

Finanziamenti a tasso zero fino a 18 mesi per le famiglie e finanziamenti agevolati fino a 50mila euro per le piccole imprese. Sono queste le misure varate dal Banco Azzoaglio di Ceva per andare incontro alle esigenze dei suoi clienti in questo difficile momento. Due interventi che si affiancano al potenziamento dei servizi telefonici e telematici messi in atto dall’Istituto di Credito nei giorni scorsi tramite l’attivazione del numero verde 800 034 403 e della mail acasa@azzoaglio.it.

01/04/2020 BFF Banking Group e Althea: smobilizzo dei crediti per consegnare i primi 370 ventilatori e 5.000 monitor

BFF Banking Group e Althea hanno firmato un accordo per lo smobilizzo pro soluto di crediti per coprire il fabbisogno finanziario necessario all’approvvigionamento di dispositivi medici destinati a incrementare le postazioni di terapia intensiva e sub-intensiva degli ospedali italiani che affrontano l’emergenza sanitaria Covid-19. L’accordo fa seguito all’aggiudicazione, da parte di Althea, dei primi quattro lotti della Procedura negoziata d’urgenza Dispositivi medici per terapia intensiva e sub-intensiva destinati all’emergenza Covid-19, indetta da Consip S.p.A. lo scorso 6 marzo. La Società ha già consegnato, in anticipo rispetto alle tempistiche previste da Consip, i primi 370 ventilatori polmonari ed i 5.000 monitor multi-parametrici occorrenti alle terapie intensive e sub-intensive delle strutture sanitarie italiane.

11/05/2020 50mila euro donati. Nuovi servizi per i merchant. Procede l’erogazione alle imprese

Banca di Credito Popolare conferma il proprio impegno nella gestione dell’emergenza sanitaria e nel gettare le basi per la ripresa. Oltre ad avere aderito da subito alla moratoria ABI per le Imprese, prevedendo sospensioni della quota capitale delle rate mutui fino a 12 mesi, la Banca ha attuato le misure del Decreto Cura Italia con sospensioni e proroghe al 30 settembre per le imprese (e sospensioni di mutui ai privati fino a 9/12 mesi). La Banca di Credito Popolare ha inoltre previsto forme di sostegno alla liquidità, per le PMI, con finanza aggiuntiva pari al 10% del debito residuo nell’ambito delle attività di rinegoziazione dell’esposizione assistita dalla garanzia del Fondo Centrale; il sostegno alla liquidità delle aziende passa anche da linee di credito a breve termine, per esigenze temporanee, fino ad un massimo di 6 mesi e finanziamento chirografario fino ad un massimo di 18 mesi, con preammortamento fino a 6 mesi anche attraverso il ricorso alla garanzia del Fondo Centrale. La Banca di Credito Popolare ha aderito alla Convenzione ABI per l’anticipo della Cassa Integrazione ai lavoratori attivando un Conto Corrente CIG-Covid19 finalizzato all’anticipazione dei trattamenti ordinari di integrazione al reddito e di cassa integrazione in deroga per i dipendenti sospesi dal lavoro.

Sulle misure del Decreto Liquidità la BCP ha fornito consulenza ai clienti e all’11 maggio 2020 ha ricevuto circa 2.300 domande di prestiti, di cui oltre 1.850 sotto i 25mila euro: 364 le pratiche erogate. Le richieste di moratoria mutui ammontano a 2.257. Per i merchant interessati all’online sono stati lanciati nuovi prodotti di pagamento: Pos a canone zero, Pay by Link e X-Pay.

Inoltre sono stati stanziati 50mila euro in donazioni a istituzioni sanitarie ed enti in prima linea contro il Coronavirus in Campania, di cui 25mila euro per l’Ospedale Cotugno di Napoli. Oltre 1.000 pacchi di generi alimentari di prima necessità sono stati fatti arrivare a famiglie in difficoltà attraverso varie associazioni.

24/04/2020 Un conto corrente a condizione agevolato per i dipendenti in difficoltà

La BCP ha attivato il Conto Corrente CIG-Covid19 finalizzato all’anticipazione dei trattamenti ordinari di integrazione al reddito e di cassa integrazione in deroga per i dipendenti sospesi dal lavoro. L’anticipazione prevista sarà pari ad un importo forfettario di 1.400 euro parametrati a 9 settimane di sospensione a zero ore, con possibile reiterazione, ma non potrà avere durata superiore a 7 mesi. Le condizioni economiche del conto corrente, estremamente vantaggiose, sono riservate a nuova clientela e da intendersi valide fino al 30 novembre 2020

03/04/2020 50mila euro contro il Covid-19 e misure per imprese e famiglie

La Banca di Credito Popolare, dopo avere adottato le disposizioni per clienti e dipendenti (di cui abbiamo dato notizia nell’articolo relativo alle Filiali e al Covid-19). La Banca ha aderito alla moratoria ABI per le imprese prevedendo sospensioni della quota capitale delle rate mutui fino a 12 mesi e adottando tutte le misure governative “Decreto Cura Italia” con sospensioni e proroghe al 30 settembre e, per i Privati, la sospensione delle rate mutui fino ad un massimo di 9/12 mesi. La gestione delle richieste di sospensione avviene mediante e-mail e telefono, permettendo lo scambio diretto di informazioni e documenti tra cliente e gestore, per prevenire il rischio di contagio.

BCP ha previsto forme di sostegno alla liquidità delle PMI con finanza aggiuntiva per il 10% del debito residuo, nell’ambito delle attività di rinegoziazione dell’esposizione assistita dalla garanzia del Fondo Centrale. Per le aziende ci sono anche linee di credito a breve termine, per esigenze temporanee, fino ad un massimo di 6 mesi e finanziamento chirografario fino ad un massimo di 18 mesi, con preammortamento fino a 6 mesi anche attraverso il ricorso alla garanzia del Fondo Centrale. La Banca di Credito Popolare ha aderito alla Convenzione ABI per l’anticipazione dei trattamenti ordinari di integrazione a reddito e di cassa integrazione in deroga, previsti del D.L. “Cura Italia”.

BCP ha stanziato 50mila euro di donazioni da devolvere a istituzioni sanitarie e enti che gestiscono l’emergenza Covid-19 in Campagnia, tra cui 25mila euro all’Ospedale Cutugno di Napoli, centro di eccellenza infettivologico del Sud Italia.

14/04/2020 Donazione di 50mila euro all’AREU

Generalfinance ha donato 50.000 euro a favore dell’Azienda Regionale Emergenza Urgenza (AREU) – istituita da Regione Lombardia – al fine di contribuire al contrasto della diffusione della pandemia. La donazione ha l’obiettivo di supportare la formazione nell’ambito della sicurezza degli operatori impegnati nell’assistenza ai pazienti COVID-19 e potrà essere destinata anche a supportare – mediante progetti formativi – il soccorso sanitario extraospedaliero del servizio 118.

 

23/04/2020 1 miliardo di moratorie e 500mila euro di contributi al territorio

La Sparkasse Cassa di Risparmio di Bolzano nel mese di marzo ha erogato un contributo di 500.000 euro destinato a supportare la Caritas e l’Azienda Sanitaria provinciale. Grazie a questi contributi è stato possibile fra l’altro acquistare 10 ventilatori polmonari ed altre attrezzature importanti per contrastare l’epidemia. La banca a partire da fine marzo ha offerto ai propri clienti, famiglie ed imprese di poter sospendere le rate dei mutui e fino ad oggi sono state sospesi pagamenti per un importo totale di 150 milioni di euro, che si riferiscono a oltre 1 miliardo di euro di finanziamenti, che rappresentano risorse finanziarie a disposizione di aziende e famiglie per fare fronte alle proprie necessità. La Cassa di Risparmio di Bolzano ha collaborato attivamente con la Provincia di Bolzano per la stesura dei protocolli di sostegno all’economia locale che permetteranno a professionisti, artigiani e piccole e medie imprese di beneficiare di finanziamenti a condizioni vantaggiose e con un contributo di parte degli interessi da parte della Provincia. La banca ha già iniziato a raccogliere le prime domande dei clienti che hanno fatto richiesta dei finanziamenti a valere sulle garanzie statali.

20/05/2020 Banca di Piacenza e Arca Fondi donano oltre 100mila euro

Banca di Piacenza e Arca Fondi SGR supportano la sanità piacentina con una donazione congiunta di oltre 100.000 euro per rispondere alle esigenze della città duramente colpita dall’emergenza Covid-19. I fondi sono stati destinati all’acquisto di un ecotomografo per l’ospedale di Piacenza, di una vettura per la sezione cittadina della Croce Rossa, di un ecografo e di dpi per la Fondazione Madonna della Bomba, nonché di kit antivirus per i medici di base della città e mascherine per l’Ospedale Caimi di Cremona.

20/05/2020 Gruppo Iccrea a 7 milioni di donazioni

Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea con 98 delle banche aderenti hanno donato a oggi circa 7 milioni di euro al territorio, ospedali, strutture sanitarie, fondazionie  eassociazioni del terzo settore. Il Gruppo Iccrea ha poi lanciato anche la polizza assicurativa “Andrà tutto bene”, attraverso BCC Retail, polo assicurativo di Gruppo. Si tratta di un pacchetto di garanzie e servizi assicurativi aggiuntivi dedicati a tutti i dipendenti, ai Soci under 71 o a entrambe le categorie con la possibilità di poter estendere la copertura anche ai nuclei familiari. Il prodotto ad oggi è stato collocato da oltre 70 BCC a beneficio di oltre 50 mila assicurati, tra privati e nuclei familiari, dove più di 40 mila sono soci delle BCC.

18/03/2020 Parte la raccolta fondi di sistema

Le 136 BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea hanno aderito a una raccolta fondi organizzata con il supporto di Federcasse che coinvolgerà l’intero credito cooperativo. Si vorrebbe riuscire a realizzare almeno un’iniziativa per regione, a partire dalla aree che stanno soffrendo maggiormente per la diffusione del contagio. 

Ogni BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea potrà versare e invitare soci, dipendenti, clienti e comunità locali ad effettuare un versamento sull’apposito conto corrente aperto presso Iccrea Banca: IBAN IT84W0800003200000800032006.

Con l’occasione dell’avvio di questa iniziativa, la sede del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea si illuminerà ogni sera con i colori della bandiera nazionale.

02/03/2020 La moratoria

Il Gruppo Cassa Centrale ha comunicato la moratoria integrale, capitale e interessi, sulle rate dei mutui per i 6 mesi successivi alla richiesta, con corrispondente pari allungamento del piano di ammortamento, per famiglie residenti e imprese con sede legale nella Zona Rossa. La moratoria è prorogabile di ulteriori 6 mesi in base alla durata effettiva dell’emergenza.

Fuori dalla Zona rossa, la moratoria integrale sale a 12 mesi per i privati che, per le limitazioni subite nell’attività lavorativa autonoma svolta o delle limitazioni patite dal datore di lavoro a causa dell’emergenza, incorrano “in una riduzione transitoria dei flussi reddituali disponibili”. La moratoria è di 6 mesi sulla quota capitale delle rate dei mutui per le imprese che dimostrino “di aver subito un temporaneo sacrificio della loro normale attività per effetto delle limitazioni degli scambi commerciali e dei rapporti di fornitura”. Sempre lato imprese, l’anticipo export è prorogato fino a 120 giorni in caso di mancata ricezione della merce per motivazioni direttamente correlate al Co-vid 19. Il Gruppo ha deciso anche la concessione di linee di credito di liquidità per le imprese socie operanti nel settore turistico, o a esso connesse, che abbiano subito un rilevante numero di disdette delle prenotazioni o degli ordinativi.

07/04/2020 A fianco della Caritas per le famiglie in difficoltà

Parte dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate la cordata di solidarietà in sostegno dell’azione della Caritas parrocchiale. Accanto alla banca si sono schierati sei imprenditori, tra i quali Carlo Barni, Virginio Pinciroli, Carlo Ceriotti e Marco Rotondi, tutti a sostenere l’emergenza povertà che, a causa del lockdown imposto per il contenimento del contagio da Covid-19, sta interessando sempre più famiglie. A tendere la mano è stata la Caritas parrocchiale che si è trovata a fronteggiare un notevole aumento delle richieste di intervento. I volontari della parrocchia, grazie alla collaborazione di un gruppo di giovani dell’oratorio, si sono organizzati per dare assistenza direttamente a casa, con la consegna al domicilio dei pacchi alimentari e dei buoni spesa. Nella sola ultima settimana, sono state assistite 46 famiglie per un totale di 142persone; sono stati consegnati 73 pacchi alimentari e 54 buoni spesa.
È stato aperto alla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate il conto intestato al Gruppo Volontari Protezione Civile Busto Garolfo onlus [IT 39 V 08404 32690 000000018716, indicando la causale “erogazione liberale”]. 

06/04/2020 Protezioni per pediatri e medici di famiglia

La BCC di Busto Garolfo e Buguggiate dona 5mila euro alla cooperativa di medici GST, per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, che sin dall’inizio dell’emergenza scarseggiano. La cooperativa Gst raggruppa circa 200 tra medici di famiglia e pediatri di libera scelta che operano tra l’Altomilanese e la provincia di Varese. 

03/04/2020 Sostegno agli ospedali del territorio

La BCC di Busto Garolfo e Buguggiate, dopo aver stanziato un plafond da 10 milioni di euro per prestiti a tassi agevolati, si muove a sostegno degli ospedali del territorio: in accordo con le direzioni ospedaliere di Busto Arsizio, Legnano e Varese, sono stati messi a disposizione fondi per acquistare attrezzatura urgente e necessaria e, contestualmente, è stato aperto un conto corrente per raccogliere donazioni.

30/03/2020 10 milioni di euro di pronta liquidità

La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha disposto un primo plafond di 10 milioni di euro per prestiti a tassi e condizioni agevolati per aziende socie e clienti imprese, artigiani, commercianti e partita IVA. I tagli fino a 50mila euro sono erogati con delibera istantanea. Sono erogati come mutui chirografari, senza spese di istruttoria, per un importo massimo singolo di 250mila euro e una durata fino a 18 mesi. È necessaria l’autocertificazione di avere subito danni per l’emergenza sanitaria e il prospetto delle spese da sostenere. Possibile un aumento dello stanziamento.

05/03/2020 Filiali in ascolto (sospeso il 23 marzo)

La BCC di Busto Garolfo e Buguggiate ha invece “sensibilizzato la rete di filiali a valutare necessità congiunturali che si presentano a chi stabilmente opera sul territorio e si trova a subire gli effetti di un accadimento straordinario ed imprevedibile”. Sabato 7 marzo alcune filiali saranno straordinariamente aperto per il servizio “Ascolto, consulenza, soluzione”: la sede di Busto Garolfo, la sede distaccata di Buguggiate e le filiali di Legnano, Busto Arsizio, Gallarate e Varese, resteranno aperte il martedì e il giovedì, dalle 15,45 (orario canonico di chiusura delle filiali) alle 19 e il sabato (quando normalmente le filiali sono chiuse) dalle 9 alle 12. Saranno a disposizione di  imprese, artigiani, commercianti e famiglie che dovessero avere delle difficoltà legate alla situazione congiunturale legata all’emergenza Coronavirus. Non saranno operative le attività di cassa. Solo consulenza e ascolto. Il 09/03/2020 la Banca ha annunciato la sospensione delle aperture del sabato: il servizio di “ascolto” è disponibile il martedì e il giovedi dalle 15:45 alle 19. Il 23/03/2020 la BCC ha annunciato che le filiali sono aperte solo al mattino e su prenotazione.

27/04/2020 Deliberate 1.038 pratiche per complessivi 22,6 milioni di euro su un totale nazionale di 5.200 pratiche presentate

La BCC di Roma ha erogato i primi finanziamenti da 25mila euro legati al Decreto Liquidità lunedì 20 aprile. Per i finanziamenti fino a 25.000 euro, con garanzia del Fondo al 100%, è previsto un tasso nominale annuo lordo pari a 1,30% (taeg 1,40%) per i clienti e 1,20% per i soci della BCC, al di sotto del tasso soglia regolato dal Decreto Liquidità. Per i mutui chirografari fino a 6 anni, con garanzia del Fondo all’80%, il tasso nominale annuo lordo praticato da BCC Roma è pari al 2,50% (taeg esemplificativo 2,89%). Per quanto riguarda gli altri finanziamenti garantiti dal Fondo Centrale di Garanzia nel quadro temporaneo degli aiuti, BCC di Roma applica un tasso del 2% nominale annuo lordo per gli importi fino a 800.000 euro e del 2,10% nominale annuo lordo per quelli fino a 5 milioni. Più in generale, per i finanziamenti con garanzia del Fondo all’80% e per una durata fino a 25 anni, il tasso nominale annuo lordo è pari al 3,10%.

Alla data del 24 aprile sono risultate 1.038 le pratiche già deliberate da BCC Roma per finanziamenti fino a 25.000 euro per complessivi 22,6 milioni di euro, il 19% circa del totale delle richieste pervenute da tutte le banche italiane per prestiti fino alla stessa soglia che, da quanto risulta dal sito web del Fondo di Garanzia per le PMI, sono stati pari a 5.200 per un importo di 115 milioni di euro.

18/03/2020 Donazione di 330mila euro. Al via la raccolta fondi

BCC di Roma dona 330mila euro alle strutture sanitarie impegnate nell’emergenza Covid-19 in Lazio, Abruzzo e Veneto. Ha anche aperto una raccolta fondi su queste coordinate bancarie:

IBAN IT81R0832703239000000030000
causale “donazione per supporto emergenza Covid-19”.

I fondi raccolti saranno convogliati attraverso Iccrea Banca all’interno dell’iniziativa di sistema del credito cooperativo “Terapie intensive contro il virus. Le BCC e le CR ci sono”.

Sul piano creditizio BCC Roma ha reso disponibile un plafond di 150 milioni di euro, a sostegno di tutti gli operatori economici, imprese e famiglie per la fase di emergenza e per riavviare l’attività una volta tornati alla normalità. Si potrà accedere online a un finanziamento in forma di mutuo chirografario, per il ripristino della liquidità in favore di soci, sia persone fisiche che imprese, e clienti di tutti i settori di attività nelle regioni del Lazio, dell’Abruzzo e del Veneto. Il finanziamento prevede il pagamento della prima rata dopo 6 mesi dal momento dell’erogazione e ha una durata di 36 mesi a tasso fisso dell’1% per i soci e dell’1,5% per i clienti ordinari, senza nessuna spesa aggiuntiva.

28/02/2020 Sostegno al turismo veneto

La BCC di Roma ha varato un primo intervento di supporto creditizio per venire incontro alle impreviste esigenze di liquidità degli operatori turistici e dei pubblici esercizi nella Regione Veneto, collegate alla situazione emergenziale determinatasi con la diffusione del Coronavirus. Si tratta di un finanziamento in forma di mutuo chirografario per un plafond di complessivi 6 milioni di euro, per il ripristino della liquidità in favore di soci e clienti che gestiscono imprese turistico alberghiere e pubblici esercizi nella regione Veneto. Il finanziamento, con un preammortamento di 6 mesi, ha una durata di 30 mesi per importi massimi rispettivamente di euro 15.000 a tasso zero (soci) e 12.000 a tasso 1% (clienti ordinari), senza nessuna spesa aggiuntiva. La Banca ha già avviato dal 22 febbraio le misure di sicurezza interne aggiornando il personale della banca e i clienti. Sono state chiuse, il 24 e 25 febbraio, tre agenzie di BCC Roma in Veneto (la 240 a Casale di Scodosia, la 242 di Borgo Veneto e la 241 di Urbana), riaperte dal 26 febbraio. L’agenzia di Fontaniva per motivi precauzionali è stata invece chiusa dal 28 febbraio. In corso di distribuzione presso le filiali delle zone Veneto Ovest e Alta Padovana dispositivi di protezione individuale (sapone disinfettante e mascherine FFP2 riutilizzabili) e di dispenser di gel idroalcolico per la clientela. Tali dispositivi verranno distribuiti in un secondo momento anche alle Agenzie del Lazio e dell’Abruzzo e alle sedi di Direzione.

20/03/2020 200mila euro per gli ospedali

BCC di Milano dona 50mila euro (ciascuno) a quattro ospedali del territorio, per un totale di 200mila euro. I beneficiari sono l’ASST Melegnano per gli ospedali Uboldo di Cernusco sul Naviglio e Santa Maria delle Stelle di Melzo, l’ASST Vimercate per l’Ospedale di Vimercate e l’ASST Nord Milano per l’Ospedale Città di Sesto San Giovanni.

05/04/2020 Un servizio gratuito per i Comuni: i buoni spesa Covid con la tessera sanitaria

La BCC ha avviato un’iniziativa per permettere ai cittadini di utilizzare i buoni spesa introdotti dal governo con il Decreto 28/03/2020 in modalità paperless, utilizzando la tessera sanitaria. La proposta è rivolta ai Comuni che vogliono utilizzare il servizio e si basa sulla piattaforma ShoppingPlus: i Comuni contattano gli esercenti per le adesioni e “ricaricano” le tessere sanitarie degli aventi diritto. Comunicano ai cittadini interessati le modalità di utilizzo e l’importo a loro disposizione anche solo con una telefonata o una semplice mail, senza bisogno di incontrarsi di persona. Il Comune non paga nulla perché il costo per l’adesione alla piattaforma lo sostiene la BCC Ravennate, Forlivese e Imolese. Gli esercenti possono registrare i movimenti di pagamento dal portale web EvolutionWeb o tramite la EvolutionAPP. Le transazioni non sono soggette a commissioni. Al 5 aprile hanno aderito i Comuni dell’Unione della Romagna Faentina (Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Faenza, Riolo Terme, Solarolo) e i Comuni soci dell’ASP San Vincenzo De Paoli (Civitella, Galeata, Premilcuore, Santa Sofia); altri Comuni si stanno aggiungendo in queste ore. Le amministrazioni Comunali interessate possono contattare l’indirizzo email tesoreria.enti@labcc.it.

90mila euro agli ospedali

BCC Ravennate, Forlivese e Imolese dona 120mila euro agli ospedali del territorio: 90mila euro per l’AUSL di Ravenna e Forlì e 30mila per quella di Imola.

05/03/2020 Sospensione delle rate per privati e imprese

La Bcc Ravennate, Forlivese e Imolese ha previsto per le imprese danneggiate dal rallentamento del giro di affari causato da emergenza sanitaria la sospensione per 6 mesi (+ eventuali ulteriori 6 mesi) del pagamento rate dei mutui (ipotecari e/o chirografari), la proroga delle linee di import per 120 giorni in caso di mancata ricezione della merce per motivi connessi all’emergenza; la concessione di linee di credito di liquidità con durata fino a 6 mesi. Per i privati con prestiti in regolare ammortamento è stata disposta la sospensione delle rate di mutuo fino a 12 mesi in caso di mancata corresponsione degli emolumenti da parte del datore di lavoro in difficoltà a causa di questa emergenza.

La BCC Terra di Lavoro S. Vincenzo de Paoli donerà una postazione di terapia intensiva all’Azienda Ospedaliera S. Sebastiano e S. Anna di Caserta. Nella provincia di Caserta ci sono al momento 151 posti di terapia intensiva a disposizione di 90mila abitanti.

06/04/2020 La polizza assicurativa Covid-19 Andrà tutto bene in regalo ai soci

BCC Pordenonese e Monsile ha sottoscritto una polizza assicurativa totalmente gratuita a beneficio della maggior parte degli oltre 18mila soci che dovessero essere ricoverati per aver contratto il Covid-19. La polizza “Andrà tutto bene”, che avrà scadenza il 31 dicembre di quest’anno, è stata appositamente studiata per poter coprire il maggior numero di persone possibile. Grazie ad un accordo con la compagnia assicuratrice potranno beneficiarne tutti i soci fino al 71esimo anno d’età, contro i 65 normalmente previsti. La polizza prevede una diaria per ricovero e una diaria forfettaria nel caso in cui ci sia stato un ricovero in terapia intensiva. Nei 30 giorni successivi la degenza, la polizza garantirà anche una serie di servizi aggiuntivi disponibili H24, tra cui il pagamento del trasporto dall’ospedale al domicilio, l’assistenza infermieristica domiciliare per un massimo di 20 ore e la possibilità di usufruire di informazioni sanitarie via telefono e di pareri medici e psicologici immediati.

In precedenza, la BCC di Monsile ha stanziato 100mila euro per i territori di Veneto e Friuli Venezia Giulia colpiti dall’emergenza Coronavirus: andranno a interventi urgenti verso Ospedali e Protezione Civile.

Altre iniziative, di cui non abbiamo notizia diretta, sono riportate con citazione della fonte nell’articolo su banche locali e Covid-19.

18/03/2020 Destinati 3 milioni su 5. Parte il crowdfunding

Dopo lo stanziamento di 5 milioni di euro, Reale Group ha individuati specifici progetti su cui concentrarsi. 1 milione di euro ha permesso di acquistare e donare agli ospedali piemontesi 30 letti di terapia intensiva, di cui 15 a Torino, 10 monitor multi-parametrici e apparecchiature mediche.  Un secondo milione di euro è andato in Lombardia: la Fondazione Humanitas per la Ricerca ha acquistato 50 ventilatori polmonari per gli istituti Clinico Humanitas di Rozzano, Humanitas Gavazzeni di Bergamo, Humanitas Mater Domini di Castellanza. Un terzo milione di euro va alla Fondazione Policlinico Gemelli di Roma, per l’acquisto di macchinari in grado di velocizzare la diagnosi da Coronavirus COVID-19 dei pazienti in attesa al pronto soccorso, riducendo così drasticamente il rischio di contagio. 250mila euro, in Campania, sostengono l’Ospedale Cotugno di Napoli, centro di eccellenza infettivologico del Sud Italia, al quale sono stati forniti strumenti per la gestione dell’emergenza, nonché materiali medici.

16/03/2020 Stanziati 5 milioni di euro

Reale Group ha stanziato 5 milioni di euro per interventi mirati di sostegno ad alcune strutture sanitarie. Reale Foundation in particolare ha fornito materiale sanitario alla Protezione Civile di Codogno e di Torino (tramite Banco Farmaceutico Torino Onlus); ha sostenuto l’acquisto di macchinari per il rafforzamento della terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano; ha donato dotazioni mediche all’Ospedale Amedeo di Savoia di Torino (in collaborazione con Specchio dei Tempi Onlus); ha finanziato il progetto KIT – Keep in Touch del Policlinico Gemelli di Roma. Altre iniziative hanno riguardato i materiali per l’igienizzazione di ambienti e alunni forniti a 140 scuole torinesi e il sostegno al progetto di didattica a distanza per le scuole torinesi attivato da Fondazione Giovanni Agnelli.

06/03/2020 Covid-19 coperto dalle polizze. Banca Reale sospende le rate

Il Gruppo Reale Mutua ha comunicato che la patologia Coronavirus Covid-19 è coperta da tutti i prodotti dell’offerta Salute e Protection, Temporanee Caso Morte e Long Term Care. Gli assicurati di Reale Mutua e Italiana Assicurazioni beneficiari di coperture che prevedono l’indennità giornaliera da ricovero ospedaliero possono beneficiare di questa garanzia anche in caso di quarantena presso l’abitazione in seguito di test positivo al tampone Covid-19. Chi ha sottoscritto un prodotto Salute in forma a vita intera beneficia, senza costi aggiuntivi, di un indennizzo del 15% del capitale assicurato in caso sia necessaria la terapia intensiva in seguito al contagio. Esteso a 130mila clienti il servizio di consulenza medica h24 Blue Assistance. 

Banca Reale sospende per tre mesi il pagamento delle rate dei finanziamenti in corso per i clienti delle zone rosse. Inoltre, Banca Reale dà la possibilità, alle piccole e medie imprese assicurate con Reale Mutua e Italiana Assicurazioni, di usufruire di un finanziamento a tasso zero per il rinnovo delle polizze. Oltre a quanto definito nel decreto del 4 marzo 2020, Reale Mutua e Italiana Assicurazioni garantiscono agli Assicurati residenti nelle zone rosse, ulteriori proroghe alle tempistiche di pagamento dei premi.

17/04/2020 Il Gruppo Assicurativo Amissima ha attivato un nuovo servizio di supporto dedicato agli agenti e ai loro collaboratori per affrontare l’emergenza sanitaria da Covid-19. In collaborazione con Europ Assistance, tutti gli agenti e subagenti che riportano i sintomi tipici del Coronavirus e necessitano di esaminare il proprio stato di salute, possono contattare gratuitamente la Centrale Operativa per una prima valutazione telefonica in modo da definire le azioni da intraprendere. Il triage telefonico viene eseguito dagli operatori specializzati della Medical Unit sotto la supervisione della Direzione medica di Europ Assistance VAI, seguendo il protocollo definito dal Ministero della Salute italiano.

07/04/2020 Groupama Assicurazioni e Agit insieme per donare 55.000 mascherine protettive agli Agenti

Il Gruppo Agenti AGIT e Groupama Italia sono riusciti a reperire e rendere disponibile per l’intera Rete una fornitura di 55.000 mascherine, che verranno recapitate presso tutte le Agenzie nei prossimi giorni. Molte aziende private hanno deciso di riconvertire la propria produzione per soddisfare il fabbisogno nazionale ed Agit, grazie ai suoi Agenti presenti sul territorio, è riuscita ad ottenere una disponibilità immediata di fornitura. Non si tratta di mascherine FFP2 e FFP3, in esclusiva disponibilità della Protezione Civile, ma di dispositivi che garantiscono un buon grado di protezione, tanto da aver ricevuto l’approvazione di alcune Regioni per l’utilizzo e la distribuzione interna. La dotazione per Agenzia sarà costituita da un totale di 55 mascherine, che hanno diversa composizione, 50 mascherine saranno usa e getta e le altre 5, provenienti da altro fornitore, sono di una tipologia diversa, con un maggiore grado di protezione, lavabili e quindi riutilizzabili. La composizione mista della dotazione agenziale è stata necessaria data la ridotta capacità produttiva dell’azienda del secondo tipo di mascherine, che è in grado di fornire soltanto un numero limitato di dispositivi riutilizzabili.

23/03/2020 250mila euro alla Protezione Civile

Groupama Assicurazioni ha donato 250mila euro alla Protezione Civile per l’acquisto di materiale sanitario.

16/03/2020 DAS: sportello legale gratuito per imprese ed enti

DAS (Generali Italia) in partnership con 4cLegal crea uno sportello legale per imprese ed enti in riferimento alle problematiche legate alla diffusione del coronavirus e agli interventi necessari per contenere l’epidemia. Il primo consulto, gratuito, può riguardare, ad esempio, l’applicazione corretta dello smart working o del telelavoro, tematiche relative alla privacy, le misure a sostegno delle imprese o il mancato rispetto delle condizioni contrattuale per l’annullamento di eventi, forniture di beni e servizi etc. Enti e imprese possono contattare il servizio Consuldas al numero 800.84.90.90, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 o scrivere una mail a consuldas@das.it.

30/04/2020 Assistenza stradale gratuita a medici, infermieri e farmacisti

Dal 1 maggio parte Mobilità Garantita, iniziativa di Allianz Partners, tramite il brand commerciale Allianz Global Assistance, per fornire assistenza stradale gratuita in tutta Italia a medici, infermieri e farmacisti impegnati a causa dell’emergenza Covid-19.Il servizio sarà attivo 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, su strade e autostrade di tutto il territorio nazionale, e garantirà un pronto intervento sia per piccole riparazioni sul posto, che per il servizio di traino del veicolo rimasto in panne fino alla più vicina officina. Per ricevere assistenza gratuita, medici, infermieri e farmacisti potranno contattare la Centrale Operativa di Allianz Global Assistance al numero verde 800 666 700 e qualificarsi con il proprio tesserino dell’Ordine Professionale di appartenenza. Saranno coperti dal servizio auto, moto, scooter con una modalità di fruizione del servizio che segue la persona e non il mezzo, garantendo così l’intervento anche nel caso in cui il mezzo di trasporto utilizzato sia di proprietà di un’altra persona differente dal conducente.  

20/04/2020 Raccolta fondi tra i dipendenti europei in favore del Policlinico di Milano

AllianzGI ha lanciato una raccolta fondi tra i propri dipendenti a favore di uno degli ospedali di Milano in prima linea nell’affrontare l’emergenza sanitaria. I dipendenti hanno aderito a titolo personale a una raccolta fondi lanciata dai colleghi italiani a favore dell’Ospedale Policlinico di Milano. La raccolta si affianca alla donazione diretta realizzata dalla società e coinvolge tutti i dipendenti di AllianzGI che lavorano nelle diverse sedi europee. La decisione di sostenere uno degli ospedali di Milano più grandi e in prima linea nell’emergenza COVID-19 è scaturita con un grande spirito di solidarietà europeo per poter manifestare vicinanza e sostegno ad una delle aree geografiche più coinvolte e colpite.

27/03/2020 AllianzPartner: 55mila euro e crowdfunding per la Lombardia

Allianz Partners  attraverso la piattaforma “Fondazione Italia per il dono onlus” lancia una campagna di crowdfunding a supporto dell’attività della Regione Lombardia impegnata nella costruzione del nuovo ospedale presso l’ex Fiera di Milano, con una donazione di 55mila euro. Allianz Partners invita dipendenti, partner e clienti a contribuire per raggiungere insieme la cifra di 70mila euro per garantire un posto letto di terapia intensiva. 

17/03/2020 Allianz e Sapio per l’Ospedale di Milano Portello

Allianz e il Gruppo Sapio sostengono l’ospedale di terapia intensiva in realizzazione negli spazi dell’ex Fiera di Milano in zona Portelo, fornendo gli impianti di distribuzione, l’ossigeno e i gas medicali per la terapia intensiva.

Prime misure

Anche Allianz Italia ha varato delle misure a sostegno dei residenti nella Zona Rossa. Estensione del periodo di mora a 45 giorni per le polizze RC Auto, sospensione delle azioni di sollecito dei pagamenti e altre ulteriori facilitazioni per i contratti Auto, Rami Vari e Vita. Le agenzie nei comuni interessati possono operare con gli strumenti di smart working resi disponibili dalla compagnia.

09/04/2020 Arriva #noicisiamo

Nuovo prodotto AXA per le imprese clienti: Covid19#noicisiamo, che consente di attivare ulteriori garanzie e servizi a protezione della totalità dei loro dipendenti – ma estendibile anche alle loro famiglie- in caso di contagio da Coronavirus. Tra cui una diaria da ricovero di 100 euro sin dal 1° giorno per un massimo di 10 giorni, un’indennità da convalescenza di 3.000 euro corrisposta alla dimissione dall’istituto di cura a seguito di ricovero in terapia intensiva e un pacchetto di garanzie di assistenza completo, dal consulto medico telefonico tutti i giorni h24 anche per tematiche extra COVID, ai servizi post-ricovero per i 30 giorni successivi (visite mediche a domicilio, spese di trasporto, servizi di babysitting, colf, dog sitting a domicilio, consegna della spesa).

L’AXA Research Fund ha messo a disposizione 5 milioni di euro per supportare la ricerca sulle malattie infettive, incluso il COVID-19.
In Italia, oltre alla Donazione di 500.000 euro per la nuova Unità di Terapia Intensiva dell’Ospedale Sacco, attraverso l’Associazione di volontariato AXA Cuori in Azione sono stati raccolti 150.000 euro da destinare a 5 progetti a sostegno dell’emergenza nazionale, distribuiti su tutto il territorio italiano.

01/04/2020 160mila in smart working

Sono 160mila i dipendenti di AXA nel mondo operativi con il lavoro a distanza. AXA France ha distribuito 2 milioni di mascherine per gli operatori sanitari e ha previsto una struttura di sostegno psicologico per gli operatori sanitari. 20mila pasti sono stati donati al sistema ospedaliero pubblico di Parigi e dell’Ile-de-France. Grazie alla partnership con Fondo 101, 1.200 centri di terapia intensiva in oltre 60 Paesi possono condividere in tempo reale informazioni per il miglioramento dei protocolli terapeutici. L’AXA Research Fund, infine, ha dedicato 5 milioni di euro a supportare la ricerca sulle malattie infettive, Covid-19 compreso. 

19/03/2020 Telemedicina per tutti i clienti

AXA Italia ha esteso il servizio di telemedicina a tutti i clienti per alleviare il Servizio Sanitario Nazionale dai dubbi sulla salute che non riguardano l’emergenza Covid-19. Per dubbi sulla propria salute o su quella dei famigliari i clienti di AXA Italia possono richiedere una consultazione medica gratuita, anche in video chiamata, attraverso l’app My AXA, per tutto il periodo dell’emergenza. Sino al 18 aprile (salvo estensioni) si potrà ricevere una prima consultazione con un medico AXA direttamente da casa, senza frequentare luoghi affollati e limitando il rischio di contagio.

I clienti QUIXA, compagnia digitale del Gruppo AXA, usufruiscono gratuitamente per tre mesi dell’offerta “quixa smart salute”, che comprende anche i servizi di Telemedicina.

12/03/2020 500mila euro per il Sacco di Milano. Servizi per gli assicurati AXA, AXA MPS e Quixa

Gruppo AXA Italia finanza la prima unità di rianimazione in Italia specializzata per gli infettivi, in realizzazione presso il reparto di Rianimazione e Terapia Intensiva dell’Ospedale Luigi Sacco di Milano, con un importo di 500mila euro. Il progetto porterà l’Ospedale Sacco a essere il primo in Italia con una rianimazione dedicata agli infettivi, grazie a impiantistica di modulazione della pressione che permette il ricambio di aria dai locali, limitando la diffusione dei contagi. 8 nuovi posti letto saranno dedicati a pazienti da isolare in ambienti a contaminazione biologica controllata. I 500mila euro di AXA italia permetteranno di procedere con la prima fase, realizzando due nuove Unità di Trattamento Aria per i primi quattro posti letto. Sarà anche realizzata una Sala Chirurgica per effettuare interventi di piccola e media chirurgia su pazienti con infezioni altamente diffusibili, mantenendoli in un ambiente protetto.

I clienti Salute di AXA Assicurazioni e AXA MPS Danni, in caso di contagio da Coronavirus, avranno accesso a una indennità sostitutiva da ricovero raddoppiata, per supportare l’intera famiglia a rischio contagio. Ai clienti Quixa è data la possibilità di usufruire gratuitamente dell’offerta “quixa smart salute”, che comprende anche i servizi di Telemedicina, particolarmente utili in questo momento per evitare di frequentare luoghi affollati, pronto soccorso e studi medici.

30/03/2020 1 milione di euro per Bergamo

 Unipol dona 1 milione di euro per l’acquisto di una tac portatile per l’ospedale da campo allestito dagli Alpini a Bergamo. Il più grande ospedale da campo d’Europa accoglierà circa 200 pazienti in una superficie di 6.000 metri quadrati nel padiglione B della Fiera di Bergamo. Unipol ha già donato 6 milioni alla Regione Lombardia, tra l’altro anche per il nuovo ospedale Covid in Fiera Milano City. 

20/03/2020 Gruppo Unipol: 20 milioni di euro

Il Gruppo Unipol annuncia lo stanziamento di 20 milioni di euro. I primi 6 milioni di euro stanziati saranno impiegati in regione Lombardia per acquisti straordinari di ventilatori polmonari e materiali di consumo quali mascherine, tute protettive, disinfettanti e strumenti necessari alle strutture sanitarie per curare al meglio i malati e limitare le occasioni di contagio; e per contribuire alla realizzazione della nuova struttura di emergenza nei padiglioni di Fiera Milano City, un ospedale di circa 400 posti letto dedicato alla terapia intensiva e sub-intensiva per pazienti coinvolti nell’emergenza Covid-19.

In Emilia Romagna 5 milioni di euro sono destinati alla realizzazione all’Ospedale Sant’Orsola di Bologna di un nuovo padiglione per la cura dei pazienti affetti da Coronavirus con 90 posti letto di cui 44 in terapia intensiva e sub-intensiva. Saranno anche destinati a realizzare all’Ospedale Bellaria di Bologna nuove aree di degenza con 88 posti letto, di cui 73 per terapia intensiva e sub-intensiva e il potenziamento dell’area di medicina di urgenza. 

30/03/2020 raccolti tra dipendenti e agenti 650mila euro

La raccolta fondi #insiemepossiamo tra dipendenti, agenti, azienda e fondazione “Z Zurich Foundation” ha raccolto circa 650mila euro che saranno devoluti al SSN e a favore dell’Ospedale Spallanzani di Roma, dell’Ospedale Sacco di Milano, dell’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo e dell’Ospedale Cotugno di Napoli. Nel dettaglio, a ogni euro donato dai dipendenti è corrisposta un’analoga donazione congiunta di Zurich e Z Zurich Foundation, per un totale di 500mila euro. La rete agenti Zurich ha raccolto, con il medesimo meccanismo, 150mila euro. 

02/03/2020 Disposizioni per le Zone Rosse

Zurich Italia ha annunciato che per i clienti residenti nella Zona Rossa, oltre alla proroga al 1 maggio per i premi RC auto dovuti nel periodo tra il 23 febbraio al 30 aprile, prevista dal decreto del 28 febbraio 2020, sono state predisposte alcune misure. Per le polizze danni una proroga per i pagamenti dei premi di 60 giorni e una sospensione delle azioni di recupero crediti per 45 giorni. Per le polizze Vita sono state eliminate le penali di riscatto. Per le polizze Risparmio e Protezione è stata concessa la dilazione a 60 giorni senza interessi. Per i prodotti di investimento, invece, il mancato pagamento del premio annuo non darà luogo ad insolvenza e, in caso di premio unico, saranno liberamente riscattabili. Le misure si applicano ai residenti in Zona Rossa.

15/04/2020 Il GAV (Gruppo Agenti Vittoria) presenta il nuovo piano d’azione di Vittoria

Il GAV Gruppo Agenti Vittoria ha presentato il piano d’azione della Compagnia per garantire la Rete Agenziale e tutelarne la piena operatività. Le misure messe in atto permettono alla Rete Primaria e Secondaria di svolgere le attività in totale conformità con le normative rilasciate dal Governo per fronteggiare il Covid-19. Il piano prevede l’anticipo, il 16 marzo, del 90% degli incentivi 2019 maturati. Un programma straordinario di sostegno economico per la Rete Primaria: una remunerazione aggiuntiva del 3% dei premi imponibili incassati relativi alle polizze rami elementari (con l’esclusione dei rami  speciali) per il periodo 01.03.2020 – 31.12.2020; una remunerazione aggiuntiva pari al 1% del premio imponibile per i titoli relativi alle polizze Auto (RCA, furto incendio e garanzie accessorie, pluriveicolari), su incassi riferiti ai mesi di aprile e maggio 2020;  il pagamento anticipato sulla prima rata dell’intera provvigione annua delle polizze con rateizzazione mensile del premio.

 

Per la Rete Secondaria, il programma straordinario di sostegno economico prevede una remunerazione aggiuntiva pari al 1% del premio imponibile per i titoli relativi alle polizze Auto (RCA, furto incendio e garanzie accessorie, pluriveicolari), su incassi riferiti ai mesi di aprile e maggio 2020 da riconoscere integralmente ai subagenti con le tempistiche più celeri possibili. Sospesi i pagamenti delle partite non assicurative, delle rate di mutui e prestiti dovute dalle agenzie fino a 30/09/2020, compresi i costi relativi alle attività erogate dal Consorzio Servizi Assicurativi a favore della Agenzie. Sono escluse le partite relative a fondi di natura previdenziale. Sospensione dei pagamenti delle rivalse dovute dalle Agenzie fino al 31/12/2020. Vengono allungate le tempistiche legate alle rimesse decadali a partire dalla II decade di marzo fino alla III decade di aprile.

 

Ulteriori misure riguardano la piena operatività da remoto: sono al 100% operativi i sistemi aziendali per il dialogo tra rete di vendita e clienti a distanza in tutte le fasi (vendita, pre- e post-vendita) via internet. Operatività completa anche per i clienti per sottoscrivere nuovi contratti, rinnovi, sostituzioni, appendici, pagamenti e firma di documenti attraverso la app MyVittoria e Area Riservata. La rete di vendita è stata dotata degli strumenti hardware necessari al dialogo con i clienti a distanza. Le nuove modalità di apertura sinistro permettono poi ad Agenzie e Ispettorati di ritenere valide le denunce di sinistro pervenute tramite applicazioni di comunicazione alternativa, come videochat o posta elettronica, con l’unico vincolo che la denuncia di sinistro riporti sempre la data di ricezione del documento che assume valore legale.

09/04/2020 Nuovi interventi per clienti e agenti

Pacchetto di interventi a favore di clienti e agenti Vittoria fino al 30 giugno e salvo proproghe. Sul portafoglio ramo Danni: blocco delle attività giudiziali di recupero premi, franchigie e rivalse contrattuali; sospensione dei termini legali e convenzionali, sostanziali e processuali; eliminazione interessi di frazionamento per il pagamento mensilizzato in addebito sul conto corrente. Rami Danni e Rami Vita: pagamento online tramite App e sito web per tutti i titoli. Rami Auto, viene esteso il periodo di mora su tutte le polizze comprese quelle con solo garanzie Auto Rischi Diversi. (escluse le poliennali a premio unico anticipato). Rami Elementari: estensione della copertura assicurativa gratuita per due mesi sulle polizze che coprono le attività dei settori turistico, alberghiero e della ristorazione, con eventuale frazionamento mensile senza interessi; estensione del periodo di mora di ulteriori 15 giorni anche sulla garanzia infortuni del conducente che copre un veicolo identificato; proroga del periodo tollerato per i locali lasciati incustoditi, sulla garanzia Furto dei prodotti per le PMI e l’abitazione; sei mesi di copertura gratuita per i primi due anni sulle polizze di durata cinque anni per le PMI; sei mesi di copertura gratuita per il primo anno sulle polizze di durata almeno tre anni per le PMI; al rinnovo di una polizza Retail, possibilità di trasformare il contratto in pluriennale e mensilizzare i pagamenti senza interessi, usufruendo così di un periodo di mensilità gratuito: se il contratto assume durata triennale, si paga il primo mese e si è coperti per quattro mesi, poi si paga mensilmente, sempre senza interessi. Se la polizza è di durata cinque anni, la prima rata coprirà i primi sei mesi.

Per i clienti Multiramo Investimeglio Doppia Evoluzione: sulle nuove emissioni deroga dei limiti massimi di ripartizione del premio tra Gestione Separata e Unit Linked da 70%-30% a 90%-10%; sui versamenti aggiuntivi deroga dei limiti massimi di ripartizione del premio tra Gestione Separata e Unit Linked da 70%-30% a 90%-10%; apertura al Collocamento di due tariffe di Gestione Separata 100%. Per i clienti Multiramo Investimeglio Doppia Evoluzione PAC: deroga dei limiti massimi di ripartizione del premio tra Gestione Separata e Unit Linked da 50%-50% a 70%-30%; riduzione del premio minimo sui Versamenti Aggiuntivi da 1.000 a 100 euro.

Alcune misure aggiuntive richiedono la valutazione del singolo caso.

20/04/2020 Fondazione MetLife: 25 milioni a livello globale contro il Covid-19

La Fondazione MetLife in Italia sta supportando la Croce Rossa Italiana e la Fondazione Buzzi. La CRI userà le somme per finanziare il servizio di consegna medicinali e di generi alimentari a domicilio per le persone vulnerabili in autoisolamento (anziani di età superiore ai 65 anni, che vivono con disabilità o che mostrano sintomi), per il reclutamento di medici, di infermieri e di altro personale sanitario nelle aree più colpite, per la consegna di cibo ai medici, per la donazione di dispositivi di protezione personale e di materiali per l’igiene. La Fondazione Buzzi di Milano userà i fondi a sostegno degli ospedali italiani mettendosi a disposizione delle autorità per reperire respiratori e tutte le attrezzature necessarie all’allestimento di nuovi posti letto di rianimazione, oltre al materiale di consumo come mascherine e camici, di cui medici e infermieri hanno estremo bisogno. A livello globale, la Fondazione MetLife ha stanziato 25 milioni di dollari contro il Covid-19 e ha già  assegnato 4 milioni di dollari per supportare i soccorsi in Asia, EMEA, America Latina e Stati Uniti. A queste iniziative, si aggiunge il contributo volontario dei 130 dipendenti della compagnia in italia che hanno devoluto l’equivalente di 625 ore di lavoro. Le somme raccolte sono destinate a sostenere gli sforzi della Protezione civile nazionale nel contrasto all’epidemia.

05/05/2020 QBE Italia

QBE Italia per venire incontro alle oggettive difficoltà dettate dal momento di crisi nel rispetto delle scadenze relative ai contratti assicurativi, ha previsto alcune misure a favore di taluni clienti quali, per esempio, l’estensione dei termini di pagamento, le temporanee sospensioni di alcuni pagamenti e la sospensione del recupero delle franchigie per un certo periodo di tempo. Misure consultabili in dettaglio qui.
L’adozione dello smart working a tutela della salute della forza lavoro è stata immediata sin dai primi giorni di marzo. Sono state predisposte anche specifiche misure di sicurezza per coloro i quali si sono recati in ufficio: dalla sanificazione degli spazi, alla misurazione della temperatura corporea all’ingresso, all’approvvigionamento di mascherine e disinfettante. Per i dipendenti QBE, è stata prevista l’erogazione di un’indennità aggiuntiva in busta paga, volta a remunerare il grande impegno profuso durante questo periodo di lavoro in modalità smart working.

La branch italiana del gruppo ha favorito un’iniziativa rivolta ai dipendenti che permetterà loro, su base volontaria, di “donare” alla Caritas Italiana l’equivalente dei giorni di ferie che non saranno goduti. QBE Italia, ha destinato una donazione alla Croce Rossa Italiana nell’ambito di un più ampio progetto del Gruppo, un investimento globale in tutto il mondo di 2,6 milioni di dollari australiani a sostegno di questa emergenza sanitaria e umanitaria (il dato relativo alla sola Croce Rossa Italiana non è presente nel comunicato dell’azienda).

02/04/2020 Con MamaCrowd per i pubblici esercizi

Azimut lancia Azimut Sostieni Italia, un nuovo veicolo di investimento studiato per far confluire capitali privati direttamente alle attività commerciali territoriali che, a fronte dell’emergenza Covid-19, attraversano un periodo di difficoltà finanziaria e hanno necessità di supporto per la loro ripresa una volta che potranno riprendere le attività. I capitali vengono raccolti attraverso una campagna su MamaCrowd, piattaforma di equity crowdfunding ideata e gestita da SiamoSoci di cui il Gruppo Azimut è azionista. Il veicolo  ha il duplice obiettivo di essere di supporto alla ripresa degli esercizi commerciali  e di generare rendimento per gli investitori. Raccolto il capitale su MamaCrowd, il veicolo seleziona gli esercizi meritevoli e sottoscrive accordi di partecipazione della durata massima di 4 anni. Al termine dei contratti, può restituire agli investitori il capitale investito più una componente dei ricavi generata dagli esercizi durante i 4 anni. Vengono incluse nel veicolo attività commerciali come ristoranti, bar e società di catering che abbiano un track record e un merito creditizio di qualità: la selezione degli esercizi è gestita dal team Corporate di Azimut che per mitigare il più possibile l’assunzione di rischio di default opera sfruttando informazioni elaborate da provider specializzati tra i quali Wiserfunding. La soglia di ingresso per gli investitori è di 1.500 euro e l’obiettivo di raccolta totale è pari a 8 milioni di euro. Il veicolo prevede  di supportare circa 70 esercizi commerciali, con un ticket medio di circa 100mila euro.

30/03/2020 Si chiama #lefamigliedelfare la raccolta fondi per l’emergenza Covid-19 rivolta alle famiglie imprenditoriali italiane dal multi family office Alvarium e da AIFO Associazione Italiana Family Office. Le donazioni saranno destinate al Dipartimento della Protezione Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e saranno finalizzate all’acquisto di dispositivi di protezione individuale, respiratori, ventilatori e presidi medici chirurgici. Per effettuare donazioni: IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387 Intestato a Pres. Cons. Min. Dip. Prot. Civ. Banca Intesa Sanpaolo Spa Filiale di Via del Corso 226 – ROMA Causale: #lefamigliedelfare art 66 DL18/20 

16/03/2020 100mila euro per l’Ospedale Niguarda di Milano 

Banor SIM dona 100mila euro all’Ospedale Niguarda di Milano per aumentare il numero dei posti letto in terapia intensiva, acquistare dispositivi tecnici, integrare il personale medico e infermieristico, aiutare la ricerca.

20/03/2020 Alla Fondazione Rava 100mila euro

Il Gruppo Kairos dona 100mila euro alla Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus, che ha l’obiettivo primario di sostenere quanto più possibile le terapie intensive degli ospedali lombardi aumentando il numero di postazioni, attraverso l’invio di medici volontari e di attrezzature specifiche. La somma verrà usata per donare al nuovo reparto di terapia intensiva Covid dell’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano 15 letti di terapia intensiva con comandi integrati e supporto per bombola e 1 sistema di radiografia digitale mobile ad alte prestazioni per unità di terapia intensiva direttamente al letto del paziente.  

Allfunds raccoglie oltre 265mila euro

L’Allfunds COVID-19 Solidarity Fund, in collaborazione con la Fondazione iHelp, ha permesso di raccogliere oltre 265mila euro per le famiglie in difficoltà a Madrid e Milano, dando ristoro a più di 600 famiglie spagnole e favorendo una corretta alimentazione a più di 12.000 bambini in stato di povertà in Italia. In Italia, Allfunds ha sostenuto l’Associazione Banco Alimentare della Lombardia “Danilo Fossati” Onlus per la distribuzione di pasti equivalenti ed equilibrati ad oltre 12.000 bambini.

23/03/2020 2 mesi gratis ai nuovi clienti, carte virtuali gratuite. Almeno fino al 30 aprile

 Qonto conferma la piena operatività dei suoi servizi, rendendone gratuiti alcuni fino alla fine dell’emergenza. Le carte virtuali, esistenti e nuove richieste, sono gratuite almeno fino al 30 aprile. Ai nuovi clienti, da qui fino almeno al 30 aprile, saranno dati 2 mesi di prova gratuiti del servizio. Il modello digitale permette a Qonto di mantenere la piena operatività: oltre a effettuare pagamenti, è possibile ordinare nuove carte di debito o aprire nuovi conti.

14/04/2020 Prestiti personali a tasso simbolico dello 0,01%

Younited Credit ha destinato 5 milioni di euro per un’iniziativa di solidarietà nel contesto dell’epidemia di Covid-19. In tutti i 5 Paesi di attività (Italia, Francia, Germania, Spagna e Portogallo) le categorie di lavoratori attualmente impegnate nella lotta al virus possono beneficiare di prestiti personali con un tasso simbolico dello 0,01% per cifre dai 1.000 ai 3.000 euro, rimborsabili per un periodo tra i 12 e i 24 mesi. Le categorie di lavoratori  sono quelle che stanno fornendo servizi essenziali alla comunità, come staff ospedalieri, professioni infermieristiche e paramediche, quadri del settore medico, liberi professionisti nel settore medico e paramedico, membri di corpi di polizia e forze armate, vigili del fuoco. Younited Credit concederà prestiti a queste condizioni per un valore complessivo massimo di 5 milioni di euro.

16/03/2020 -20% spese di istruttoria

La FinTech Younited Credit ha aderito all’iniziativa di solidarietà digitale del Ministero per l’innovazione tecnologica e la Digitalizzazione: fino al 3 aprile le spese di istruttoria per i prestiti sulla piattaforma Solidarietà Digitale sono ridotte del 20%.

80mila euro per la Protezione Civile in 24h

Gli utenti Satispay hanno inviato 80mila euro in 24 ore tramite la funzione Donazioni della app. Le donazioni vengono raccolte tramite l’associazione 1 Caffè Onlus e saranno devolute alla Protezione Civile che a sua volta le destinerà ai presidi medici ospedalieri dedicati al contenimento del contagio.

12/03/2020 Donazione alla Fondazione Humanitas

La FinTech Revolut permette di inviare donazioni alla Fondazione Humanitas per la Ricerca per acquistare dispositivi e materiali sanitari per proteggere dall’infezione soprattutto i pazienti più fragili e ad alto rischio come quelli del Day Hospital Oncologico. Le donazioni da app avvengono mediante la funzione Donazioni, con cui gli utenti arrotondano i propri pagamenti e donano la differenza, oppure impostando una donazione ricorrente o, ancora, effettuandone una singola. Tutte le donazioni saranno date in beneficenza, senza commissioni per Revolut. Non esiste un importo minimo e le impostazioni di donazione possono essere attivate e disattivate in qualsiasi momento dall’utente. 

24/03/2020 Arriva Cash Anti Covid-19

BorsadelCredito.it lancia Cash Anti Covid-19 per sostenere le PMI colpite dall’emergenza. È un finanziamento bullet, durata 6 mesi, per coprire le spese correnti delle PMI. Le imprese che hanno un fatturato annuo maggiore di 10 milioni potranno vedersi anticipare fino a 500mila euro, quelle con fatturato minore fino a 300mila euro. L’azienda ripagherà l’anticipo ricevuto a partire dallo scadere dei sei mesi, con un finanziamento rateale della durata di 12 mesi o più. Il prodotto si rivolge a tutte le aziende in territorio italiano il cui business è stato messo o verrà messo in difficoltà dall’emergenza Covid-19.

30/03/2020 Commissioni azzerate fino al 30 aprile

Fino al 30 aprile SumUp azzera le commissioni per “i merchant esistenti e qualificati” che riceveranno i pagamenti via dispositivi mobile. Dal 29 marzo è attiva una promozione di tre mesi a costo zero per testare servizi aggiuntivi in ambito gestione e fatturazione.

01/04/2020 Raccolta fondi. Obiettivo 1 milione di euro

Nexi lancia una raccolta fondi a favore del progetto dell’Ospedale Fiera Milano, per realizzare un reparto con più di 200 posti letto di terapia intensiva. La campagna di sensibilizzazione mira a manager, dipendenti e clienti di Nexi e delle banche partner. Nexi raccoglierà le donazioni ricevute fino a un massimo di 1 milione di euro. Per gestire la raccolta delle donazioni, Nexi ha costituito un Fondo dedicato in collaborazione con Fondazione di Comunità Milano Onlus. Si può donare con carta di credito (ovviamente!), sul sito nexi.it, sui canali social, sul sito www.fondazionecomunitamilano.org (sempre con carta) o attraverso un bonifico bancario intestato a Fondazione di Comunità Milano onlus, IBAN IT18 Y030 6909 6061 0000 0162 571 Causale: Nexi – Insieme per la costruzione dell’Ospedale Fiera Milano. Per i dipendenti e i manager Nexi è stata prevista anche la possibilità di aderire alla raccolta attraverso una semplice donazione del corrispettivo economico di ore di lavoro.

19/03/2020 1 euro alla protezione civile per ogni polizza

Segugio.it lancia un nuovo spot e fino al 2 maggio per ogni polizza auto, moto o van sottoscritta sul portale, donerà 1 euro alla Protezione Civile per contribuire all’impegno continuo per l’emergenza Covid-19.  A partire dal 16 Febbraio 2020, Segugio.it ha, inoltre, adeguato il proprio sito alla nuova RC Familiare appena entrata in vigore. Grazie ad essa tutti i componenti di un nucleo familiare possono sottoscrivere una nuova polizza oppure rinnovare quelle già esistenti, ed ottenere tutti la migliore classe di merito presente in famiglia.

05/05/2020 PayTipper, estesa #Aiutiamoci

PayTipper Gruppo Enel X porta avanti le iniziative avviate all’inizio dell’emergenza per sostenere organizzazioni benefiche italiane. Attraverso il sito PagaComodo (www.pagacomodo.it) e l’app PagaComodo, i cittadini possono effettuare il pagamento di bollettini, avvisi pagoPA, MAV/RAV, tassa auto senza pagare alcuna commissione. Il sito www.pagacomodo.it permette inoltre la donazione ad un numero selezionato di ospedali, enti ed associazioni che combattono la diffusione del contagio da COVID-19. L’iniziativa – in un primo momento prevista fino al 3 aprile – è stata prolungata fino alla fine di maggio con il contributo di Worldline/SIX Payment Services.

12/03/2020 Stop al Recupero del credito se la difficoltà è dovuta a Covid-19

Il Forum Unirec-Consumatori ha approvato il Protocollo sulla conduzione dei processi di gestione e tutela del credito in risposta all’emergenza epidemiologica Covid-19. L’attività di recupero del credito potrà essere interrotta se il Consumatore/Debitore presenta una certificazione di oggettive e/o documentate difficoltà ad adempiere al pagamento, in conseguenza dell’emergenza sanitaria. Le aziende si impegnano ad interrompere immediatamente l’attività di recupero del credito e ad informare prontamente l’azienda Committente.

Source

L’articolo Covid-19: le iniziative del Finance proviene da #Adessonews Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Cerca e consulta articoli.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Finanziamenti
immobiliare
Legislazione
Nostri servizi
Visure on-line

Agevolazioni - finanziamenti - immobiliare

Visure on-line

Legislazione civile e fiscale

Siamo operativi in tutta Italia

Clicca qui per ricevere le agevolazioni sul tuo cellulare

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell'articolo.

Per richiedere la rimozione dell'articolo clicca qui

Open chat
1
Ciao posso aiutarti?
Finanziamenti e agevolazioni personali e aziendali.
Utilizza questa chat per richiedere informazioni o l'attivazione di un finanziamento e/o agevolazione.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: